> 22 « giugno « 2009 « ilMinuto – notizie Mediterranee – edizione Sardegna

Archivio del giorno 22/06/2009

Gli appuntamenti di domani 23 giugno

(IlMinuto) – Cagliari, 22 giugno –

Aidomaggiore, Vigilia della Festa di San Giovanni (S’abba muda)

Sant’Antioco, Festa di San Pietro

Barumini, Prima giornata della decima edizione del Torneo di calcio giovanile

Nuoro, 10.00, Conferenza con le realtà locali per il varo della riforma del piano paesaggistico. Parteciperà l’assessore regionale dell’Urbanistica Gabriele Asunis

Cagliari, 18.30, Teatro di Santa Eulalia, Il Teatro del Segno presenta “La voce che dice, la voce che canta”. laboratorio di tecnica e drammaturgia della voce

Cagliari, 21.00, Anfiteatro, Concerto di Simone Cristicchi e del Coro dei minatori di Santa Flora

Sport: argento nel kata e nel kumite per la squadra del Karate club Kanazawa

(IlMinuto) – Cagliari, 22 giugno –  Buona affermazione per la Sardegna al torneo nazionale dello Shotoreigikan che si è svolto ieri a Quartu Sant’Elena all’Hotel Califfo. Gli atleti del Karate Club Kanazawa hanno infatti conquistato il secondo posto nella competizione a squadre di combattimento e nella gara di kata (forme preordinate).
Gli allievi del maestro Alberto Piludu hanno fatto bella figura anche nel kata individuale, con il terzo posto per Nicola Moi ed il quarto per Massimo Piludu.
Primo posto nel kumite ragazzi per Alessandro Piludu.
Alla gara hanno partecipato karateka, divisi in fasce d’età, provenienti da numerose società di tutta la Sardegna – dal Budokan Cabras allo Shotokan Sassari – ed una  rappresentativa delle società Shotoreigikan della penisola.
La gara è stata preceduta nella serata di sabato da uno stage – con l’approfondimento dell’applicazione alla difesa personale di alcune tecniche dell’arte marziale giapponese – e da una sessione di esami in cui hanno conquistato la cintura nera tre giovani atleti.

 

Politica: in 300 a Nuoro manifestano per la liberazione di Bellomonte

(IlMinuto) – Cagliari, 22 giugno – Sono state 300 le persone che sabato sera hanno sfilato a Nuoro in solidarietà a Bruno Bellomonte, l’esponente di A Manca pro s’indipendentzia arrestato qualche settimana fa con l’accusa di aver preso parte ad un tentativo di riorganizzazione del brigatismo rosso.
“A Manca pro s’indipendentzia – si può leggere in una nota – continuerà la sua mobilitazione sino alla liberazione del suo dirigente nazionale.  Bruno Bellomonte non è un brigatista, ma un dirigente nazionale della nostra organizzazione che lotta non per la ripresa della lotta armata in Italia, ma per la mobilitazione di massa del popolo sardo”.

Calcio: il decimo torneo di calcio giovanile a Barumini

(IlMinuto) – Cagliari, 22 giugno – Prenderà il via domani il decimo torneo internazionale di calcio giovanile della città di Barumini. Da martedì a sabato, decine di squadre e centinaia di atleti provenienti da tutta la Sardegna, dalla penisola e dall’estero, si confronteranno negli impianti sportivi comunali di via Convento e di via San Nicola.
La manifestazione è riservata alle categorie piccoli amici, pulcini, esordienti, giovanissimi e allievi. L’appuntamento sportivo è organizzato dalla Polisportiva Libertas Barumini con il patrocinio di Regione, Provincia del Medio Campidano e  del Comune.

Politica: sotto il Palazzo di viale Trento la rabbia dei lavoratori

(IlMinuto) – Cagliari, 22 giugno – Si apre con la protesta dei lavoratori l’estate della Giunta Cappellacci. Questa mattina, di fronte al palazzo della Regione, si sono infatti ritrovati dietro le bandiere di Cgil, Cisl e Uil i protagonisti di tre diverse vertenze: gli operai della Portovesme srl, i minatori di Furtei e le addette alla pulizia degli uffici regionali.
I lavoratori della Portovesme srl, che hanno prima bloccato al traffico viale Trento e poi occupato un androne del palazzo, chiedono alla Giunta il rispetto dell’impegno a inserire nel collegato alla Finanziaria regionale l’autorizzazione all’autoproduzione dell’energia eolica (ciò consentirebbe di salvaguardare buona parte degli occupati).
Pretendono il “rispetto degli impegni” anche i minatori di Furtei: centinaia di lavoratori che attendono la promessa anticipazione della cassa integrazione da parte della Regione. In questi mesi gli stessi minatori hanno tra l’altro dato un contributo fondamentale alla salvaguardia dell’ambiente, evitando che il cianuro utilizzato nelle lavorazioni venisse assorbito dai terreni circostanti.
Non meno giustificata la rabbia delle addette delle pulizie: “Da circa due anni – ha spiegato Monica Porcedda della Cisl – centinaia di persone attendono di rientrare a lavoro, come promesso dalla Giunta guidata da Renato Soru nel momento in cui fu introdotto il nuovo appalto”.
Non ha invece avuto luogo, forse per il sovrapporsi di tante mobilitazioni, l’annunciata manifestazione del movimento Master and Back.