> 2009 luglio 18 | ilMinuto

Archivio del giorno 18/07/2009

Karate: Quartu, da settembre al Kanazawa i corsi mattutini della campionessa brasiliana Machado

(IlMinuto) – Cagliari, 18 luglio – Si aprirà con un una novità l’anno sportivo 2009/2010 del Karate club Kanazawa di Quartu Sant’Elena. Dal 7 settembre alle tradizionali lezioni di Karate tenute dal maestro Alberto Piludu (7°Dan e campione del mondo 2008 nel combattimento Master) ogni lunedì e giovedì sera, si affiancheranno i corsi mattutini di difesa personale, ginnastica e Karate dell’istruttrice  2° dan Rosemary Machado: l’atleta brasiliana residente in Sardegna che ha recentemente vinto la coppa Shotokan di Latina.
I corsi mattutini permetteranno, per la prima volta, di apprendere l’arte marziale giapponese ai tantissimi che, lavorando la sera o la notte, dispongono solo di qualche ora libera all’inizio della giornata. A settembre riprenderà l’attività anche nelle altre palestre affiliate allo Csen-Shotoreigikan in Sardegna sotto la guida del Direttore tecnico Piludu: Cagliari, Decimoputzu, Maracalagonis e Flumini di Quartu.

 

 

Borse per giovani ricercatori: ciò che il bando dice la Regione non fa. Quattro mesi di ritardo sui tempi previsti

(IlMinuto) – Cagliari, 18 luglio – “L’elenco dei progetti ammessi sarà pubblicato sul sito www.regionesardegna.it entro 30 giorni dalla data di scadenza”. Così recita il bando per la “Pubblica selezione per il conferimento di borse di ricerca destinato a giovani ricercatori” indetto dalla Regione Sardegna, pubblicato on line il 23 dicembre 2008 e con scadenza fissata per il 14 febbraio 2009. Tra le due date sono stati presentati al Centro di Programmazione della Regione ben 1182 progetti di ricerca biennali. Ma l’elenco degli ammessi non è stato pubblicato il 14 marzo, come previsto dal bando. Ad oggi, 18 luglio 2009, di quell’elenco degli ammessi non c’è ancora traccia.

Sul sito della Regione, il 3 luglio, è stato pubblicato solamente l’elenco dei 1058 progetti ammissibili. Una dilatazione dei tempi spropositata, che renderebbe inefficace anche il miglior bando su questa terra. Tanto più che uno dei requisiti per la partecipazione alla selezione è l’assenza di reddito autonomo o dipendente al momento della firma. Requisito condivisibile, ma che in questi lunghi mesi di attesa produce conseguenze paralizzanti sui progetti di vita dei candidati. 

 Come detto, il dilatarsi dei tempi rispetto a quelli fissati dal bando renderebbe inefficace anche il miglior bando. Ma questo non è il migliore degli avvisi pubblici possibili. O meglio, di sicuro non lo è per chi ha conseguito un dottorato di ricerca in almeno tre anni di studio post laurea. Questi anni di sacrifici non hanno infatti alcun valore formale per il bando, orientato a privilegiare l’originalità dei progetti di ricerca biennali.

Consigli culinari: Arselle a sa schixionera

“Non conosco nulla che vellichi così voluttuosamente lo stomaco e la testa quanto i vapori di quei piatti saporiti che vanno ad accarezzare la mente preparandola alla lussuria”. (De Sade)

INGREDIENTI PER 6 PERSONE

1kg di arselle (o vongole piccole) spurgate
2 spicchi d’aglio
2 limoni (uno dei quali per guarnire)
prezzemolo
20g di pangrattato
vino bianco secco
sale
olio extravergine d’oliva

Spurgare le arselle in acqua leggermente salata, indi lavarle ripetutamente in acqua fredda. Metterle in una casseruola con un velo d’acqua, coprire il recipiente e lasciare che le arselle si aprano a fuoco dolce. Nel frattempo far appassire l’aglio, tritato con un ciuffo di prezzemolo, in 3-4 cucchiai d’olio extravergine d’oliva. Unire le arselle, il sale e il succo del limone misto a un goccio di vino bianco. Fare insaporire il tutto. Dopo 2-3 minuti cospargere le arselle di pangrattato, abbassare la fiamma e portale a cottura (occorreranno altri 5-6 minuti). Servire la pietanza calda come antipasto, guarnita di prezzemolo e spicchi di limone.

Vini consigliati: Vino bianco secco