> settembre « 2009 « ilMinuto – notizie Mediterranee – edizione Sardegna

Archivio di settembre 2009

Appuntamenti di domani 1 ottobre

(IlMinuto) – Cagliari, 30 settembre -

 

 

 

Cagliari, sino al 3 ottobre, parcheggi di Monte Claro, Festa comunista per l’Unità

 

 

Cagliari, 1-4 ottobre, Teatro T.Off, II rassegna Danzainmovimento

 

 

Bologna, 21.00, Arteria, concerto del duo sardo Bentesoi

 

 

Cagliari, 21.00, Cineteatro Nanni Loy, rassegna cinematrografica “Uno sguardo normale”

 

 

Sassari, 21.00, Sala Sasso del Conservatorio, Massimo Carlotto presenta “L’amore del bandito”

 

 

Cagliari, 21.00, Ghetto degli ebrei, Festival le Salon de Musique: concerto della pianista armena Diana Gabrielyan

Finanziaria: Diana (Pd), le maggiori entrate sono frutto della vertenza con lo Stato

(IlMinuto) – Cagliari, 30 settembre – “Accolgo con piacere il riconoscimento che il presidente Cappellacci ha fatto affermando che la maggiori entrate, a regime dal 2010, sono frutto della vertenza con lo Stato conclusasi con successo nella scorsa legislatura”. Lo afferma con un comunicato stampa il canditato alla segreteria regionale del Partito Democratico Giampaolo Diana. “Ora che abbiamo maggiori risorse – sottolinea Diana - sarebbe opportuno che il presidente della Giunta non vanificasse il nuovo quadro di entrate, continuando a subire supinamente gli scippi del Governo Berlusconi”.

A Cagliari comincia la "Festa comunista per l’Unità". Sabato arriva Ferrero

(IlMinuto) – Cagliari, 30 settembre – Comincia stasera nei parcheggi di Monteclaro a Cagliari la “Festa comunista per l’Unità” organizzata dai circoli del Prc e del PdCi della città. Da oggi al 3 ottobre l’appuntamento, ricco di stand culturali e gastronomici, prevede un fitto calendario di dibattiti, di concerti e di proiezioni cinematografiche. Prevista, per la serata di sabato, la partecipazione del segretario nazionale del Prc Paolo Ferrero all’assemblea sul tema “Un programma per la sinistra”.

Consulta il programma all’indirizzo: www.festacomunista.org

Vigili del Fuoco dell’Rdb Cub: "Non chiediamo medaglie, ma salari e sicurezza sul lavoro". Lettera a Napolitano

(IlMinuto) – Cagliari, 30 settembre – Un contratto nazionale scaduto da quasi due anni, mezzi vecchi e insufficienti, turni massacranti e un organico ridotto all’osso. E’ questa la situazione che i Vigili del Fuoco dell’Rdb-Cub hanno denunciato con una lettera destinata al presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano. Questa mattina la missiva è stata consegnata ai prefetti di numerose città italiane, Cagliari compresa. I Vigili del Fuoco del sindacato di base non sono alla ricerca di pomposi riconoscimenti: per questo hanno declinato l’invito alla festa del Corpo nazionale – che si è svolta questa mattina al Quirinale – con la consegna della Medaglia d’oro alla Bandiera. 30 pompieri di Cagliari, Nuoro, Oristano e Iglesias hanno spiegato le ragioni del loro rifiuto alla stampa in un sit in di protesta in piazza Palazzo, di fronte alla sede della Prefettura. “Non chiediamo medaglie – ha spiegato Gianfranco Mei di Iglesias – ma chiediamo tante cose che adesso ci mancano: un adeguamento dei salari e il rinnovo del parco mezzi, ad esempio. Si pensi che gli straordinari ci vengono pagati con un anno di ritardo”. I Vigili del Fuoco rischiano la vita per 1300 euro, la paga media dopo 15-20 anni di servizio. “A dieci pensionamenti corrisponde un’assunzione – ha sottolineato il Coordinatore regionale della Rdb VVf Enrico Carboni – e gli organici sono sempre più carenti. Quando ci sono emergenze i turni raddoppiano. Siamo costretti a mettere da parte le nostre ore di riposo e a lavorare in condizioni di grande stanchezza”. La denuncia inviata a Napolitano è piuttosto esplicita. “Mentre lo Stato italiano ci premia per le nostre innumerevoli e meritevoli azioni ed esalta il ruolo del Corpo nazionale – sottolinea il testo – il Governo continua a tagliarci i fondi”. “Contrariamente ai proclami – denuncia la lettera al capo dello Stato – in questo paese non si investe in sicurezza: si preferisce indirizzare risorse a mille organizzazioni di protezione civile e di volontariato efficaci per la comunità se di supporto a un Corpo nazionale Vvf istituito appositamente e strutturato per rispondere (…) capillarmente sul territorio”.

La Cgil boccia la Finanziaria della Giunta: "Non affronta la crisi"

(IlMinuto) – Cagliari, 30 settembre – “Nella Finanziaria non ci sono misure per affrontare la crisi”. E’ questo il giudizio della Cgil sulla manovra presentata dalla Giunta regionale. Il sindacato ribadisce quanto chiesto più volte all’assessore Giorgio La Spisa sulla necessità di destinare più attenzione e risorse al lavoro e allo sviluppo. Forte la critica sul credito d’imposta. “E’ necessario concentrare le risorse sulle imprese che assumono – sottolinea il segretario della Cgil Enzo Costa – e non su quelle che si limitano a non licenziare, come ha rimarcato anche stamattina l’assessore La Spisa”. Il tema è stato affrontato in tutti gli incontri fra assessore e parti sociali: “Abbiamo pensato – spiega Costa – che potesse essere accolta la nostra richiesta perché ci appare normale premiare in questo momento di crisi le imprese che creano nuova occupazione”. Secondo la Cgil “distribuire a pioggia le risorse a tutte le imprese che non licenziano non è affatto utile perché non crea un solo posto di lavoro in più”.