> marzo « 2010 « ilMinuto – notizie Mediterranee – edizione Sardegna

Archivio di marzo 2010

Mostre ed eventi del primo aprile

(IlMinuto) – Cagliari, 31 marzo -

Oristano e Cagliari, sino al 30 aprile, (Oristano: Lola Mundo, Luky Bar, Bar del Tribunale, Pispisa Ottico, C&D Bar- Cagliari: Gallery Cafè), “Senza parole” – mostra personale di Martina Olla

Cagliari, sino al 13 aprile, Galleria d’arte “La Bacheca” – “Faces” – esposizione di Carmen Laurio

Cagliari, sino al 17 aprile, Spazio P, mostra di arte contemporanea “Muse. Inquietanti” della fotografa Anna Marceddu

Torino, sino al 24 aprile, Biblioteca comunale Primo Levi, mostra fotografica “Immagina Sardegna”

Cagliari, sino al 6 aprile, ex Liceo Artistico, mostra di pittura di Francesco Argiolu e Paolo Demontis

Cagliari, sino al 7 aprile, S’Umbra Progetti Fotografici, mostra “Cagliari senza chiedermi un perché”

Cagliari, sino al 30 maggio, Lazzaretto S.Elia, mostra “I percorsi della memoria”

Cagliari, fino al 20 aprile, Centro comunale di arte e cultura Castello San Michele, mostra “mini Darwin alle Galapagos”

Cagliari, fino al 7 aprile, Teatro Civico di Castello, mostra “Ovolando” – uova da collezione

Sassari, sino al 21 aprile, Caffè e Teeria Mannoni, Mostra della pittrice Sebastiana Giorgina Ruggiu

Cagliari, sino al 4 aprile T Hotel, mostra collettiva “Carta al T”

Nuoro, sino al 6 giugno, Museo Man, mostra “Capolavori del ’900 italiano. Dall’avanguardia futurista al ritorno all’ordine”

Villanovaforru, sino al 5 settembre, Museo del Territorio, “Ernesto Che Guevara – Rivoluzionario e Icona”

Cagliari, sino al 12 aprile, Centro comunale “Il Lazzaretto”, “Stazione temporanea dell’Iperrealismo” – mostra

Cagliari, sino al 15 giugno, Teatro Stabile della Sardegna ” I ritorni – viaggi di formazione”

Quartucciu, sino al 20 giugno, Domusart, mostra archeologica “Luce sul tempo”

Sassari, sino al 10 aprile, Sosushi, “Onirica” – mostra fotografica di Patrizia Cau

Sassari, sino al 9 aprile, “La settimana santa a scoperta dei tesori d’arte e della confraternita”
Cagliari, sino all’11 aprile, Palazzo di Città, Settimana Santa – mostra degli argenti sacri delle confraternite

Cagliari, sino al 2 aprile, rappresentazione itinerante del “Processo a Gesù” nei quartieri di Cagliari

Nuoro, sino al 7 aprile, Caffè Tettamanzi, mostra fotografica di Salvatore Madau

Barumini, sino al 21 settembre, Centro culturale Giovanni Lilliu, esposizione “Le macchine di Leonardo da Vinci”

Cagliari, sino al 30 maggio, Exmà, mostra “Passio, Durer, Ronault e la Passione di Cristo”

Cagliari, sino al 27 giugno, Centro comunale d’Arte e Cultura “Il Ghetto”, mostra di Marc Chagall

Traghetto Olbia-Civitavecchia del 20 marzo: utenti scippati della cabina per fare posto ai manifestanti Pdl? Le parole del maratoneta: "Ci hanno tolto un diritto"

(IlMinuto) – Cagliari, 31 marzo – A più di dieci giorni dal viaggio del traghetto Olbia-Civitavecchia del 20 marzo sono già quasi mille gli utenti iscritti al gruppo Facebook nato con lo scopo di “dare voce a tutti quegli utenti ignobilmente scippati dei loro diritti, e delle loro cabine largamente prenotate e pagate in anticipo, ma requisite per essere date ai sostenitori del Pdl che si recavano a Roma per la manifestazione” del 21 marzo. Il gruppo, denominato “Traghetto Olbia-Civitavecchia Snav Tirrenia – utenti scippati dei diritti”, punta a “raccogliere testimonianze e denunciare poi l’accaduto”.
La stessa Tirrenia – secondo quanto scrive sul social network il giornalista Giovanni Runchina di Radio Sintony – “ha ammesso il disservizio” attribuendolo però al cattivo funzionamento del “sistema informatico nell’emissione dei biglietti”.
Se gli iscritti al gruppo sfiorano il migliaio, per ora solo un utente, l’atleta Paolo Floris, racconta la sua disavventura.
“Non avrei avuto motivo di espormi così - afferma Floris, quella sera in viaggio verso Civitavecchia per partecipare ad una maratona – se tutto ciò non fosse vero. Spero che anche gli altri facciano lo stesso e conservino il biglietto come io ho fatto. Ci hanno tolto un nostro diritto, a prescindere dal fatto che chi ha approfittato di questo abuso sia di destra o di sinistra”. 

Vinyls: vanno avanti le trattative tra Eni e Ramco

(IlMinuto) – Cagliari, 31 marzo – La mobilitazione dei lavoratori della Vinyls di Porto Torres – che da più di 30 giorni occupano l’ex carcere di sicurezza nell’isola dell’Asinara – ha ottenuto un primo importante risultato. Oggi – secondo quanto annunciato martedì mattina all’Asinara dal presidente della Regione – dovrebbe essere stato pubblicato il bando d’acquisto internazionale dell’impresa ed “entro venerdì” l’Eni e la multinazionale del Qatar dovrebbero raggiungere un accordo sulla cessione del ciclo del cloro di Assemini, a cui dovrebbe seguire l’acquisto della Vinyls. La ripresa della produzione nello stabilimento di Porto Torres sembra quindi più vicina.

Riprendono a crescere i prezzi. A Cagliari + 0,4 per cento a marzo

(IlMinuto) – Cagliari, 31 marzo – Riprende a crescere il costo della vita nella città di Cagliari. A marzo l’indice dei prezzi al consumo, diffuso questa mattina dal Servizio informatica e Statistica del Comune, è infatti cresciuto dello 0,4 per cento (dopo un inizio di anno a “inflazione zero”). Il maggiore aumento (+ 0,8 per cento) è stato registrato nel settore “Ricreazione, spettacoli e cultura”. Questo mese l’indice annuale tendenziale è cresciuto sino al 2,0 per cento, in aumento rispetto a febbraio, quando si era fermato all’1,5.

Un Campus universitario per salvare il Sardinia Radio Telescope: la lettera aperta del Comitato

(IlMinuto) – Cagliari, 31 marzo – Fare sorgere attorno al Radiotelescopio di San Basilio un Campus universitario ecosostenibile. E’ questa la proposta che il portavoce del Comitato Pro Sardinia Radio Telescope, Max Cordeddu, mette sul tavolo del presidente della Regione e del presidente della Fondazione Banco di Sardegna con una lettera aperta.
Il Campus – sostengono i circa 3mila cittadini che hanno aderito al Comitato Spontaneo – offrirebbe “una soluzione alternativa al totale finanziamento pubblico del Srt”.
“Il progetto – spiegano – oltre a sopperire alla mancanza di strutture per accogliere le migliaia di turisti attirati dal Sardinia Radio Telescope, porterebbe un indotto tale da creare nuovi posti di lavoro e allo stesso tempo auto-finanziare il radiotelescopio”.
“Inoltre – sottolineano – per finanziare il Srt si venderebbero, in appositi store, modellini del radio telescopio, magliette, portachiavi, tazze e cartoline: un vero e proprio business”.