> 01 « marzo « 2010 « ilMinuto – notizie Mediterranee – edizione Sardegna

Archivio del giorno 1/03/2010

Appuntamenti di martedì 2 marzo

(IlMinuto) – Cagliari, 1 marzo -

Sassari, sino al 20 marzo, Sosushi, mostra “Tsunani”

Cagliari, sino all’8 marzo, Associazione culturale Itzokor, mostra documentaria “Una razza da difendere, una menzogna da costruire”

Cagliari, sino al 10 marzo, “Si alza un vento” – mostra di Luisanna Atzei

Terralba, sino al 26 marzo, Circolo culturale d’arte Prometeo, mostra collettiva di pittura “Paesaggi di guerra”

Cagliari, sino al 7 marzo, Palazzo Regio, “Enrico Berlinguer: vita e politica” – mostra fotografica

Nuoro, sino al 5 marzo, Caffé Tettamanzi, mostra di Marcello Minnia

Sassari, sino al 18 marzo, Caffè e Teeria Mannoni, Mostra di Maria Grazia Carta

Cagliari, sino al 6 marzo, Laboratorio 168, “Giovani artisti vs Giovani collezionisti” – mostra-mercato curata da Roberta Vanali

Cagliari, sino al 4 aprile T Hotel, mostra collettiva “Carta al T”

Cagliari, sino al 20 marzo, Castello di san Michele, X edizione della rassegna multimediale “Di luce e di tempo”

Cagliari, sino al 20 marzo, Spazio Zoom, “Sottocasa” – mostra di Paolo Ghiggini e Patrizia Lombardo

Cagliari, sino al 9 marzo, Galleria d’arte “La Bacheca”, mostra personale di Serena Fazio “Armonie, dissonanze, lacerazioni”

Cagliari, sino al 28 marzo, Cittadella dei Musei, “vietato non toccare” – mostra sensoriale

Sassari, sino al 19 marzo, negozio “Proposte d’interni”, mostra “Fusione di Forme” di Enrik Francesco Ciensi

Cagliari, sino al 18 marzo, Biblioteca regionale, mostra fotografica “Il mondo in una stanza”

Oristano, sino al 31 marzo, mostra “Una vita da rockstar” di Ilaria Corda

Cagliari, sino al 31 marzo, Gallery Caffè, mostra “Una vita da rockstar” di Ilaria Corda

Alghero-Ozieri-Sassari, sino al 13 marzo, mostra Cmyk

San Giovanni Suergiu, 8.30, presidio in solidarietà alla famiglia Giordi

Cagliari, 9.00, Centro servizi per le Imprese, “Impresa al femminile: la sfida dello start up” – interviste e testimonianze

Cagliari, 10.30, Teatro Alfieri, “Paladini di Francia – spada avete voi, spada avete io!”

Quartu Sant’Elena, 21.00, Ocumare, Ocumare “Cheaphouse…”

Gettiamo le Basi: Scanu e Sanna (Pd) ignorano i risultati della Commissione d’inchiesta sull’Uranio impoverito

(IlMinuto) – Cagliari, 1 marzo – “I senatori del Partito Democratico Gian Piero Scanu e Francesco Sanna offrono a La Russa una ghiotta occasione per pubblicizzare il monitoraggio in corso nel Poligono interforze del Salto di Quirra e dare un anticipo sulla “verità di Stato’ che sarà martellata ossessivamente dal prossimo giugno: la ‘bombing test area’ più grande d’Europa, fiore all’occhiello delle forze armate, è un gioiello ecologico”. E’ questo il giudizio del Comitato sardo Gettiamo le Basi sull’interrogazione parlamentare Pd sugli effetti, per l’uomo e per l’ambiente, delle esercitazioni militari nel poligono di Quirra.
“E’ necessario chiarire – scrivono Scanu e Sanna – in maniera inequivoca l’effettiva situazione di rischio ambientale al fine di dissipare dubbi e angosce presenti nella popolazione ed evitare eventuali strumentalizzazioni allarmistiche”.
Con questa richiesta di chiarimenti – denuncia Gettiamo le Basi – i due parlamentari mostrano di ignorare i risultati della Commissione d’Inchiesta sull’Uranio impoverito.
“La Commissione – sottolinea il Comitato – ha preso atto dei ‘dati inoppugnabili’ dei morti e malati, sia tra i militari mandati allo sbaraglio nei teatri di guerra, sia tra quelli in servizio nei poligoni (sardi in particolare!), sia tra le popolazioni esposte dalle attività belliche dei poligoni”.
Sono state infatti le conclusioni della Commissione di inchiesta a portare all’approvazione del Dpr 37 del 2009, che prevede il risarcimento – anche se con criteri che escludono tutta la popolazione di Teulada e gran parte di quella di Quirra – delle vittime dell’uranio impoverito o di altre nanoparticelle di metalli pesanti.
“Ma i nostri senatori – conclude il Comitato – nulla sanno. Non hanno mai battuto ciglio davanti alla devastazione sanitaria e ambientale dell’Isola denunciata per anni, in prima pagina dai giornali sardi, in Parlamento da deputati e senatori (non sardi, pochi ma determinati), dalle associazioni antimilitariste sarde anche in Commissione Difesa della Camera e Commissione d’Inchiesta”.

La famiglia Giordi non è sola. Irs: "Manifestazione non violenta contro pignoramento azienda agricola"

(IlMinuto) – Cagliari, 1 marzo – Cresce la solidarietà attorno alla famiglia Giordi di San Giovanni Suergiu. Alle 8.30 di donai i militanti del movimento di Gavino Sale prenderanno parte ad una manifestazione non violenta contro il pignoramento dell’azienda agricola familiare (non si tratterebbe quindi di una casa come appreso da altra fonte in un primo tempo) in località is Sannas.
“Il coordinamento di Irs del Sulcis Iglesiente – si può leggere in una nota – considera l’iniziativa un’importante occasione per difendere il diritto al lavoro e fa appello al senso di responsabilità dell’amministrazione comunale di San Giovanni Suergiu ed allo spirito di solidarietà di tutta la popolazione del Sulcis Iglesiente affinché la manifestazione non violenta di martedì mattina costituisca una tappa risolutiva di questa vicenda, consentendo l’annullamento del pignoramento e l’avvio di un percorso di soluzione ad una situazione insostenibile per un’azienda che spera di poter riprendere a lavorare”.

 

"Vietato non toccare": a Cagliari la mostra che abbatte tutte le barriere

(IlMinuto) – Cagliari, 1 marzo – Un museo per tutti. Senza barriere architettoniche, sensoriali ed emotive. E’quanto offre ai visitatori “Vietato non toccare”, la mostra allestita dall’Ufficio Disabilità dell’Università di Cagliari nella sala Esposizione della Cittadella dei Musei e visitabile per tutto il mese di marzo.
“‘Vietato non toccare’ – si può leggere in una nota – è un itinerario musicale tattile olfattivo”: i visitatori lo percorreranno bendati, affidandosi – condotti da un esperto – totalmente all’olfatto, al tatto e all’udito. 

 

Lavoro: la Regione pubblica bando per l’assunzione di 47 disabili

(IlMinuto) – Cagliari, 1 marzo – La Regione Sardegna assumerà 47 persone inserite nelle liste speciali per il collocamento obbligatorio delle persone disabili. Lo rende noto con un comunicato l’Assessorato degli Affari generali.
Possono partecipare al bando i maggiorenni in possesso del diploma di istruzione secondaria di primo grado, attualmente disoccupati, iscritti alle liste di collocamento obbligatorio delle province sarde e cittadini italiani o di un altro paese dell’Unione europea.
Le domande dovranno pervenire agli uffici dell’Assessorato degli Affari generali entro le 13.00 del 2 aprile. 

Consulta i documenti:
http://www.regione.sardegna.it/j/v/58?s=1&v=9&c=161&c1=1297&id=18873