> 08 « aprile « 2010 « ilMinuto – notizie Mediterranee – edizione Sardegna

Archivio del giorno 8/04/2010

Pinna (Psdaz): "Destra o sinistra? L’obiettivo è la crescita del Partito: la Lega insegna. Bossi in Sardegna? No grazie"

(IlMinuto) – Cagliari, 8 aprile – “Bossi oltre che la secessione padana, farà anche la secessione sarda? Oltre che Alberto da Giussano vuole anche essere Mariano d’Arborea? Purtroppo il terreno della battaglia indipendentista non prevede annessioni. Il federalismo prevede che ogni popolo si liberi da sé”. E’ quanto afferma oggi con un intervento sul sito del Partito Sardo D’Azione Michele Pinna, professore di filosofia, 57 anni, da sempre direttore dell’Istituto di Studi e Ricerche “Camillo Bellieni” di Sassari”, da lui fondato nel 1989.
Il Partito Sardo D’Azione non ha accolto bene l’annuncio della formazione di Bossi di presentare le proprie liste alle elezioni provinciali sarde.  
“Se Bossi volesse venire in Sardegna come indipendentista-liberatore – spiega Pinna – diciamo no grazie perché in questa materia, da Tuveri in poi, dottrina e storia abbiamo da venderne e la nostra lingua sarda è molto diversa dai dialetti padani”.
Ora come ora il Psdaz sa bene di non avere concorrenti “federalisti” a destra. “L’alleanza con il centro destra – sottolinea lo studioso – aumenterebbe il potere contrattuale del partito sardo nei confronti degli alleati, anche sacrificando qualche, pur, almeno in apparenza, vantaggiosa alleanza locale a sinistra, come nel caso di Sassari, e come qualcuno sostiene, potrebbe incrementare la crescita del Psdaz avendo meno concorrenti sardisti nel centro destra. A differenza del centro sinistra non si crea confusione nei linguaggi sardisti”. Secondo Pinna la coalizione di centrosinistra avrebbe infatti “inglobato Irs, Rossomori e Sardigna Natzione”.
“L’obiettivo di fondo – sottolinea – (ed in questo la Lega insegna) destra e/o sinistra resta infatti la crescita del partito e non tanto per ora quanto per il futuro”.

Mostre ed eventi del 9 aprile

(IlMinuto) – Cagliari, 8 aprile -

Oristano e Cagliari, sino al 30 aprile, (Oristano: Lola Mundo, Luky Bar, Bar del Tribunale, Pispisa Ottico, C&D Bar- Cagliari: Gallery Cafè), “Senza parole” – mostra personale di Martina Olla

Cagliari, sino al 13 aprile, Galleria d’arte “La Bacheca” – “Faces” – esposizione di Carmen Laurio

Nuoro, sino al 16 aprile, Caffé Tettamanzi, mostra su “Salvatore Satta nell’arte di Alfonso Silba”

Cagliari, sino al 17 aprile, Spazio P, mostra di arte contemporanea “Muse. Inquietanti” della fotografa Anna Marceddu

Torino, sino al 24 aprile, Biblioteca comunale Primo Levi, mostra fotografica “Immagina Sardegna”

Cagliari, sino al 23 aprile, Galleria sottopiano “Beaux Arts”, mostra di Tonino Mattu “Magnifiche sorti e progressive”

Cagliari, sino al 30 maggio, Lazzaretto S.Elia, mostra “I percorsi della memoria”

Cagliari, fino al 20 aprile, Centro comunale di arte e cultura Castello San Michele, mostra “mini Darwin alle Galapagos”

Sassari, sino al 16 aprile, ex Ospedale Rizzeddu, mostra fotografica di Robert Knoth sul disastro di Cernobyl a cura del gruppo locale di Greenpeace

Sassari, sino al 21 aprile, Caffè e Teeria Mannoni, Mostra della pittrice Sebastiana Giorgina Ruggiu

Nuoro, sino al 6 giugno, Museo Man, mostra “Capolavori del ’900 italiano. Dall’avanguardia futurista al ritorno all’ordine”

Villanovaforru, sino al 5 settembre, Museo del Territorio, “Ernesto Che Guevara – Rivoluzionario e Icona”

Cagliari, sino al 12 aprile, Centro comunale “Il Lazzaretto”, “Stazione temporanea dell’Iperrealismo” – mostra

Cagliari, sino al 15 giugno, Teatro Stabile della Sardegna ” I ritorni – viaggi di formazione”

Quartucciu, sino al 20 giugno, Domusart, mostra archeologica “Luce sul tempo”

Sassari, sino al 10 aprile, Sosushi, “Onirica” – mostra fotografica di Patrizia Cau

Sassari, sino al 9 aprile, “La settimana santa a scoperta dei tesori d’arte e della confraternita” -ultimo giorno
Cagliari, sino all’11 aprile, Palazzo di Città, Settimana Santa – mostra degli argenti sacri delle confraternite

Cagliari, sino al 15 aprile, Mk Spazio Cultura, mostra di pittura di Giuseppe Bosich

Barumini, sino al 21 settembre, Centro culturale Giovanni Lilliu, esposizione “Le macchine di Leonardo da Vinci”

Cagliari, sino al 30 maggio, Exmà, mostra “Passio, Durer, Ronault e la Passione di Cristo”

Cagliari, sino al 27 giugno, Centro comunale d’Arte e Cultura “Il Ghetto”, mostra di Marc Chagall

"Aprile dell’Architettura": a Cagliari ciclo di conferenze con Olmo, Nieto, Sobeano e Di Battista

(IlMinuto) – Cagliari, 8 aprile – “Architettura e Novecento. Diritti, conflitti, valori”: sarà questo il tema della prima conferenza del ciclo “Aprile dell’Architettura a Cagliari”. Ad aprire la serie di appuntamenti con studiosi di caratura internazionale sarà – domani sera alle 17.30 nell’Aula magna di via Corte d’Appello – Carlo Olmo, storico dell’Architettura e preside della facoltà di Architettura del Politecnico di Torino dal 2000 al 2007.
Seguirà, martedì 13 aprile, l’incontro con Nicola Di Battista, dal titolo “Architetture per la città pubblica”. Giovedì 22 aprile chiuderanno il ciclo gli architetti spagnoli Nieto e Sobejano, con la conferenza sul tema “Memory and Invention”.

Regione: ai Comuni 30 milioni per combattere la povertà

(IlMinuto) – Cagliari, 8 aprile – La Giunta regionale ha stanziato 30 milioni di euro per “azioni di contrasto alla povertà”. La somma sarà impiegata – si legge in una nota ufficiale – per l’erogazione di aiuti economici in favore di persone e famiglie di “accertata povertà”, di contributi per abbattere i costi dei servizi essenziali (gas, luce, acqua) e di sussidi non superiori agli 800 euro mensili per lo svolgimento di servizi utili alla comunità.
I 30 milioni saranno ripartiti tra i Comuni in questo modo: il 35 per cento della somma sarà diviso in parti uguali tra tutte le 377 amministrazioni comunali della Sardegna, un altro 35 per cento sarà ripartito in base al numero di residenti ed il restante 30 in proporzione al numero di disoccupati al 31 dicembre 2008.

E-Polis: 3 giorni di sciopero contro il "mancato rinnovo" dei contratti a termine. Il Cdr: "Chi è l’editore?"

(IlMinuto) – Cagliari, 8 aprile – Oggi i lettori non troveranno il “Sardegna” e gli altri giornali del gruppo E-Polis in edicola. I giornalisti hanno infatti proclamato tre giorni di sciopero – a partire da ieri – per protestare contro il mancato rinnovo dei contratti a termine. “Mancato rinnovo” che, nei fatti, equivale al licenziamento per i dipendenti coinvolti.
“La cronica carenza di organico di E-Polis – afferma una nota del Comitato di redazione – è aggravata dalla mancata sostituzione dei giornalisti che in questi mesi hanno lasciato l’azienda”.
“L’assemblea dei redattori – sottolinea il Cdr – esprime inoltre preoccupazione per il prolungarsi della crisi economica alla quale si aggiunge l’assenza dei vertici aziendali e il perdurare della scarsa chiarezza su chi sia effettivamente l’editore”.