> luglio « 2010 « ilMinuto – notizie Mediterranee – edizione Sardegna

Archivio di luglio 2010

Il viaggio controcorrente di Nicola Piovani nell’Italia berlusconiana. "Se ciò che non passa in televisione non esiste, io sono felice di non esistere col mio pubblico"

(IlMinuto) – Cagliari, 31 luglio – Le sue composizioni hanno fatto da colonna sonora ad almeno tre decenni di storia italiana. Giovedì sera Nicola Piovani, accompagnato dall’omonimo quintetto, ha stregato il pubblico di Dromos con un concerto di oltre due ore nel Parco dei Suoni della Marina di Riola Sardo. Il vincitore del premio Oscar per le musiche di “La vita è bella” ha aperto lo spettacolo con l’esecuzione di brani delicati e progressivamente incalzanti, da “Poeta delle ceneri” a “La stanza del figlio”, con un allegro “Valzer della Cioccolata”, suonato tra una intro e poi una reprise de “La messa è Finita”, il primo film di Nanni Moretti con musiche di Piovani.
Si perdono i nomi dei  registi italiani (Tornatore, Fellini, Monicelli, lo stesso Moretti) ed europei (Danièle Thompson, Philippe Lioret, Éric-Emmanuel Schmitt) che hanno  arricchito i loro film con le note del compositore romano. Così come ha lasciato un segno profondo la sua collaborazione con “Faber”. Il Maestro e il quintetto hanno eseguito la “Suite De Andrè”, con un meraviglioso flauto dolce in “Storie di un impiegato”.
Piovani ha poi ricordato l’importanza del mito greco, della sua valenza odierna e di quanto ancora ci possa insegnare, con l’altra suite “I miti greci”, composta da “Il volo di Icaro”, con un  inizio leggero che evolve in un ritmo incalzante, “Narciso”, con cui Piovani ha ricordato il pericolo e la tristezza del narcisismo in un riferimento velato ad alcuni politici odierni.
Ma la musica è fatta anche di pause e Piovani ha espresso il suo pensiero sul valore del silenzio, un silenzio che spesso ci viene rubato anche quando siamo costretti ad ascoltare in modo passivo, contro la “voce della nostra anima”. Parole dell’anima che Piovani ha affidato al monologo finale di Roberto Benigni ne “La Voce della Luna”, seguito dall’esecuzione della melodia omonima.
Il pubblico ha risposto con una serie interminabile di applausi a scena aperta. I cinque musicisti si sono alzati e hanno ringraziato, per poi fare una prima uscita, come accade in teatro, e rientrare con i presenti, ancora in piedi, che continuavano a spellarsi le mani.
Di nuovo sul palco, Piovani ha scosso la platea con l’inizio inaspettato de “Il camorrista”, l’ormai nota sigla di “Annozero”, il programma tv di Michele Santoro.
Presa la parola per l’ultima volta, il protagonista della serata ha espresso il suo dissenso per la frase “Ciò che non passa in televisione, non esiste”, pronunciata dal presidente del Consiglio Silvio Berlusconi, riferendosi al fatto che ci sono realtà ben più vere di quella televisiva, che forse questa società fa fatica a cogliere o non vuole percepire. “Realtà che – ha concluso Piovani – per qualcuno non esistono, e io, con voi stasera, son allora ben felice di non essere esistito”.
A.L.

Segundhu: tríllias cun agliàda

Pani e casu e binu arrasu

Ingredienti

Porzioni: 4

1kg di triglie piccole
40g di farina
3-4 pomodori maturi (dipende dalla grandezza)
2 piccoli spicchi d’aglio
prezzemolo
peperoncino rosso fresco
aceto di vino bianco
sale
olio extravergine d’oliva Continua a leggere ‘Segundhu: tríllias cun agliàda’

UN ANNO FA. Sassari, eclatante protesta dei militanti di A Manca per chiedere la liberazione di Bellomonte

(IlMinuto) – Cagliari, 28 luglio 2009 – Questa mattina due dirigenti di A Manca pro s’Indipendentzia si sono incatenati ad una finestra del palazzo della Provincia di Sassari e hanno srotolato uno striscione con su scritto “Bruno Liberu”. Le ragioni dell’azione di A Manca, compiuta per protestare contro l’arresto del dirigente nazionale del movimento Bruno Bellomonte, sono poi state illustrate alla presidente della provincia di Sassari Alessandra Giudici. “Dal 10 giugno – si può leggere in una nota – lo Stato italiano ha sequestrato il dirigente della nostra organizzazione Bruno Bellomonte e la stampa italiana e “sarda” (n.d.r.: non è il caso del IlMinuto) dopo i primi due giorni, ha fatto calare sulla vicenda un assordante silenzio, ignorando le numerose iniziative di protesta, i comunicati, le conferenze stampa e le altre iniziative di solidarietà”. In piazza d’Italia altri militanti hanno distribuito volantini per spiegare ai cittadini il senso dell’azione.

Ricerca. Accordo tra le facoltà di Architettura di Cagliari e Fuzhou

(IlMinuto) – Cagliari 30 luglio – La ricerca sarda guarda a Oriente. Nei giorni scorsi è stato infatti firmato nella sede cagliaritana di via Santa Croce un accordo tra la Facoltà di Architettura di Cagliari e il College of Civil Engineering di Fuzhou, in Cina. Oggetto dell’intesa una collaborazione nell’ambito della ricerca e della didattica.
“L’intesa – si legge nel sito dell’Ufficio stampa dell’Ateneo cagliaritano – rappresenta un passo importante per la facoltà di Architettura, che riesce sempre più a stringere rapporti di grosso interesse con un mondo la cui immensa tradizione culturale si accompagna oggi ad una posizione di preminenza in campo tecnico, scientifico ed economico”.
Nel Sud Est della Cina, La Fuzhou University è una delle più importanti università della Repubblica Popolare nel settore delle costruzioni, con una leadership consolidata nella progettazione di ponti.

Vinyls. 156 giorni sull’Isola dei cassintegrati "Il Governo del FORSE si preoccupa solo di privacy e intercettazioni"

(IlMinuto) – Cagliari 30 luglio – “Il Governo del FORSE”. Così i lavoratori Vinyls, che da 156 giorni occupano l’ex carcere dell’Asinara, hanno ribattezzato l’esecutivo Berlusconi.
“Berlusconi – affermano gli operai sul blog dell’Isola dei cassintegrati – annuncia che in settimana, FORSE, nominerà il nuovo ministro allo sviluppo economico, carica vacante dalle scorse dimissioni di Scajola per vicende di affitto”.
L’incertezza dei lavoratori della chimica continua, nonostante la presentazione del nuovo bando di vendita internazionale, avvenuta ieri a Roma nella sede del Ministero dello Sviluppo economico. La pubblicazione dell’avviso pubblico dovrebbe avvenire entro la prima settimana di agosto.
“FORSE – scrivono i lavoratori Vinyls – tra qualche mese sarà tutto a posto, chissà, dopotutto è più importante approvare una legge sulle intercettazioni (…)”.
“Questo – concludono – è il governo del FORSE, aldilà dei risultati tanto sbandierati nei tg di regime, e l’unica certezza dell’estate è l’abbronzatura dei nostri parlamentari”.