> 03 « agosto « 2010 « ilMinuto – notizie Mediterranee – edizione Sardegna

Archivio del giorno 3/08/2010

Arrebustu: Préssiu cun Cannonau

Pani e casu e binu arrasu

Ingredienti

12 pesche
2 bicchieri di Cannonau
3hg di miele Continua a leggere ‘Arrebustu: Préssiu cun Cannonau’

"Non toccate gli alberi di piazza Garibaldi". Giovedì a Cagliari sit in per salvare i ficus che fanno "troppa ombra"

(IlMinuto) – Cagliari, 3 agosto – “Salvare i 30 ficus di piazza Garibaldi dalla morte o dalla ‘deportazione’”. Con questo obiettivo è stata organizzata una nuova manifestazione per salvare gli alberi del punto di ritrovo cagliaritano. La mobilitazione, promossa da cittadini e associazioni, ha già raccolto numerose adesioni su Facebook. L’appuntamento è per giovedì alle 19.00, in piazza Garibaldi.
Le ragioni della protesta hanno già fatto ingresso nel Consiglio comunale di Cagliari, con un’interrogazione presentata dai rappresentanti della sinistra (prima firmataria Claudia Zuncheddu dei Rossomori).
Secondo Zuncheddu Cagliari non può permettersi una seconda “piazza Maxia”.
“Progetto – spiega la presidente dei Rossomori – costato al Comune di Cagliari l’astronomica cifra di 1.300.000 euro circa, soldi pubblici spesi per cementificare e deturpare una piazzetta che un tempo era punto di incontro e di ritrovo per i residenti, sacrificando inoltre gli alberi che la rendevano più accogliente e vivibile”.
“Un altro caso analogo a quello di piazza Maxia – sottolinea – potrebbe sorgere proprio dai lavori previsti dal progetto di restyling della piazza Garibaldi”. Lavori di manutenzione straordinaria per 1.200.000 euro programmati dell’amministrazione comunale.
“I lavori che verranno praticati – conclude la sardista di sinistra – saranno notevolmente invasivi per il sottosuolo e potranno quindi pregiudicare seriamente lo stato di salute dei Ficus Retusa che dovranno essere rimossi dalla Piazza”. Alberi che, secondo le indicazioni dell’agronomo Claudio Papoff all’amministrazione comunale, farebbero “troppa ombra”.

E’ tempo di International Summer Week. A Cagliari 150 giovani da tutti i continenti

(IlMinuto) – Cagliari, 3 agosto – E’ giunto alla XIII edizione l’International Summer Week. Il più importante meeting di turismo cooperativo giovanile dell’area del Mediterraneo, in programma a Cagliari sino al 9 agosto.
“Ogni anno – si legge in una nota – più di 150 giovani, provenienti da tutti i continenti, giungono in città nella prima settimana di agosto per scoprire la cultura sarda e per farsi a loro volta ambasciatori della propria cultura di origine”.
I giovani partecipanti hanno modo di interagire tra loro e con la comunità locale, attraverso una serie di attività che hanno lo scopo di favorire il dialogo fra le culture: incontri pubblici, appuntamenti culturali, rassegne gastronomiche e visite guidate in alcune delle località più importanti della Sardegna meridionale.
“Non mancano – spiegano i promotori dell’iniziativa – naturalmente le feste e le occasioni di divertimento, com’è giusto che sia per una manifestazione fatta da giovani per i giovani”.

Pastorizia. Mps: "Lottiamo per salvare la nostra terra". Venerdì assemblea a Tramatza

(IlMinuto) – Cagliari, 3 agosto – “Noi pastori non siamo chiamati a salvare solo il nostro settore, ma siamo chiamati ad un compito epico: salvare la nostra terra”. Con queste parole piene di orgoglio Mps annuncia un nuovo appuntamento nell’estate di lotta dei pastori sardi, dopo il successo dell’incontro e della dimostrazione di Elmas.
Venerdì prossimo i lavoratori del settore si ritroveranno in assemblea a Tramatza (8.00, distributore sulla strada statale 131).
“Ci credono disuniti, ma la nostra coesione cresce di giorno in giorno. Se tutti lo vogliamo – si legge in una nota – le cose possono cambiare. Quando nel mondo si nomina la Sardegna tutti hanno nel cervello l’immagine dei pastori. Siamo l’essenza, lo spirito di questa terra”.

Sni: "No ai licenziamenti a Radio Corse Frequenza Mora. In pericolo la comunicazione tra le isole sorelle"

(IlMinuto) – Cagliari, 3 agosto – Il taglio del personale Radio Corse Frequenza Mora e il trasferimento delle trasmissioni a Parigi rischia di mettere “in serio pericolo un importante ponte comunicativo tra Sardegna e Corsica”. E’ quanto denuncia con una nota il coordinatore nazionale di Sardigna Natzione Bustianu Cumpostu.
Il ponte comunicativo nato dalla collaborazione fra Rcfm e una emittente cagliaritana, Radio Press, potrebbe spezzarsi.
Sni – si legge in una nota - esprime “pieno sostegno allo sciopero dello staff di Rcfm, previsto per la questa settimana e fermo sdegno per questa azione di ridimensionamento che colpisce (…) la libertà della nostra terra di comunicare proficuamente con l’isola sorella”.