> 05 « agosto « 2010 « ilMinuto – notizie Mediterranee – edizione Sardegna

Archivio del giorno 5/08/2010

Borse di studio. La rivolta di backisti e ricercatori. "Basta super tasse. Anche la Sardegna applichi le norme Ue"

(IlMinuto) – Cagliari, 5 agosto – “Fare come in Puglia”. E’ questa la parola d’ordine lanciata nel corso della conferenza stampa indetta questa mattina a Cagliari dai vincitori delle borse di studio Master and Back e Giovani Ricercatori.
I borsisti chiedono che la Regione Sardegna applichi la normativa fiscale europea: la quota di denaro finanziato dal Fondo Sociale Europeo per ogni assegno di studio – hanno spiegato, nella sede del gruppo universitario Uxs, Davide Fara, borsista Master and Back e Manuel Floris, in rappresentanza del gruppo dei giovani ricercatori – non va tassata.
Sinora alle borse di studio è stata applicata invece una super-tassazione (con un’aliquota del 43% per quelle pagate in una unica soluzione). Di parere contrario alla super-aliquota sono i circa 4mila borsisti sardi (tra i quali 700 ricercatori).
Parere rafforzato da quanto accaduto recentamente nella Regione Puglia per il bando Ritorno al futuro, un progetto molto simile al nostro Master and Back. Il bando pugliese è stato finanziato in parte consistente con fondi Fse. E in questo caso è stata la stessa Regione Puglia a presentare un interpello all’Agenzia delle entrate regionale, che in merito al pagamento delle tasse relative alle quote finanziate con il Fondo Sociale Europeo, in data 9 luglio 2010 ha testualmente risposto: “Non si applica nessuna detrazione o trattenuta”.
I beneficiari delle borse pugliesi riceveranno quindi rimborsi per migliaia di euro.
Ciò nonostante, l’Agenzia regionale del Lavoro della Sardegna e il Centro di Programmazione regionale hanno sinora continuato ad esprimere un parere diverso: “Voi – si sono sentiti dire tanti borsisti – non siete beneficiari. La beneficiaria dei fondi europei è la Regione Sardegna”.
Con i circa 80 borsisti ha preso parte alla alla riunione anche il presidente della provincia di Cagliari, Graziano Milia, che ha garantito il suo impegno in merito alla questione, anche a livello europeo.

Sassari-Olbia: in 15 anni 79 morti sulla "strada della morte". Il Comitato per la quattro corsie: "Da Cappellacci solo parole"

(IlMinuto) – Cagliari, 5 agosto – “Che della Sardegna a chi non vi abita non freghi nulla salvo che nei mesi estivi come località di villeggiatura si sa fin troppo bene, nonostante questo però c’è stata fede nel fatto che la ‘strada della morte’ (la Sassari-Olbia, ndr) sarebbe stata finalmente rifatta”. E’ quanto afferma con una lettera aperta Roberta Bendinelli, esponente del “Comitato Pro Strada Sassari Olbia a quattro corsie”. Dal 1995 sono state 79 le persone che hanno perso la vita lungo l’arteria, stretta e insicura, che collega Sassari a Olbia.
Nel documento Bendinelli ricostruisce le vicende degli ultimi anni e punta il dito sulla “politica degli annunci” portata avanti dal Governo e dalla Giunta regionale.
“A marzo del 2010 – si legge nella lettera pubblicata sul blog del Comitato – il Consiglio dei ministri ha accolto la richiesta di Ugo Cappellacci di dichiarare lo stato di emergenza nel territorio delle province di Sassari e Olbia-Tempio in relazione ai lavori di rifacimento e messa in sicurezza della strada statale”.
“Il Governatore – precisa Bendinelli – ha parlato della disponibilità di 160 milioni di euro per avviare i cantieri, con altri 470 a suo dire in dirittura d’arrivo. Che discorsi incoraggianti, ma i fatti? Eccoli: riunitosi due mesi dopo, il Cipe ha di nuovo lasciato la Sardegna a corto di liquidi. Punto e a capo”.

Asinara. Tiana (Legambiente): "Grazie al Parco turismo record nel 2009, ma il Ministero taglia i fondi"

(IlMinuto) – Cagliari, 5 agosto – “La nascita del Parco e dell’Area marina protetta dell’Asinara hanno rappresentato e rappresentano un formidabile motore di sviluppo sostenibile per il territorio e le comunità locali coinvolte”.
E’ quanto ha affermato Vincenzo Tiana, presidente di Legambiente Sardegna, nel corso di un dibattito organizzato ieri a Porto Torres in occasione del passaggio di Goletta Verde.
“Purtroppo, però – ha spiegato Tiana – il sottodimensionamento sistematico delle risorse da parte del ministero per l’Ambiente e il mancato sostegno alle aree protette, non permettono all’Asinara di esprimere in pieno le sue potenzialità. Ciononostante il Parco e l’Amp dell’Asinara hanno avuto l’indiscusso merito di aver aperto ai cittadini un’isola dalla straordinaria bellezza e ricca di biodiversità prima inaccessibile”.
Nel 2009 l’Asinara è stata visitata da 60mila persone e, nella sola estate dello stesso anno, l’Area marina protetta è stata meta di 1.200 imbarcazioni, il 90 per cento delle quali a vela”.

Calcio: Sarroch dedica lo stadio a Mario Tiddia a un anno dalla morte

(IlMinuto) – Cagliari, 5 agosto – A un anno esatto dalla morte, avvenuta il 5 agosto 2009, il comune di Sarroch intitola lo stadio comunale a Mario Tiddia, giocatore e allenatore del Cagliari Calcio e cittadino sarrochese.
“L’Amministrazione comunale – spiega il sindaco Mauro Cois – ha deciso di organizzare una serie di manifestazioni per ricordare il nostro stimato concittadino”.
Alla cerimonia della intitolazione dello stadio a Tiddia, in programma stasera alle 19.00, seguirà la partita fra le vecchie glorie del Cagliari e una rappresentativa dei giornalisti.
Dal 29 agosto al 20 settembre sarà inoltre possibile visitare una mostra sul Cagliari in occasione del quarantesimo anniversario della vittoria dello scudetto, allestita a Villa Siotto, a Sarroch.
In alcune sale della Villa saranno preparate due teche ricche di cimeli in ricordo di Tiddia. Da giocatore, il cittadino di Sarroch fu protagonista della prima promozione del Cagliari in serie A nel 1963-64. Nella veste di allenatore riportò la squadra in A nel 1978 e, negli anni successivi, conquistò un nono e un sesto posto.

 

"Arte in Sardegna": a Ploaghe il concorso di pittura dedicato alle immagini del territorio

(IlMinuto) – Cagliari, 5 agosto – Concorso di pittura estemporanea a Ploaghe. Il 7 Agosto, dalle 09.00 alle 12.00, nel Centro di Aggregazione Sociale del comune in provincia di Sassari, si terrà la prima edizione di “PLOAGHE: volti, luoghi, immagini di un territorio”, concorso organizzato dal Comune di Ploaghe e da “Arte in Sardegna” di Domenica Sanciu.
Alla iniziativa – si legge in una nota – “possono partecipare tutti gli artisti residenti in Sardegna con una sola opera aperta a ogni tendenza artistica e tecnica”.
Il pranzo e la cena verranno offerti dall’Amministrazione Comunale. Per poter partecipare al concorso, ogni artista dovrà essere munito di tela o altro supporto e di cavalletto.
Tutte le opere ultimate dovranno essere consegnate entro le ore 19.00 per la valutazione da parte della giuria, il cui giudizio sarà insindacabile. Seguirà la premiazione alla presenza delle autorità, degli invitati e del pubblico. Le opere rimarranno in mostra fino al giorno 22 agosto.
S.P.