> Documento: lettera di Bruno Bellomonte ad Antonello Tiddia dal carcere di Viterbo (17/10/2010) | ilMinuto

Documento: lettera di Bruno Bellomonte ad Antonello Tiddia dal carcere di Viterbo (17/10/2010)

AI COMPAGNI E COLLEGHI DI ANTONELLO

 

OGGI, MENTRE ERO ALL’ARIA, MI HANNO CONSEGNATO LA CARTOLINA DOVE MI COMUNICAVI DELL’AVVENUTO ABBONAMENTO “TRIMESTRALE“ ALLA NUOVA DA TE EFFETTUATO ASSIEME A COMPAGNI E COLLEGHI DELLA CARBOSULCIS.

LA SODDISFAZIONE E’ STATA GRANDE, SIA IN TERMINI DI SOLIDARIETA’ OPERAIA, SIA IN RELAZIONE AL VOSTRO AUSPICIO PER UNA POSITIVA SOLUZIONE DEL PROCESSO, “POLITICO“, A CUI SONO SOTTOPOSTO.

IL VOSTRO NON LO CONSIDERO SOLO UN ATTO DI SOLIDARIETA’, MA UNA VERA ESPRESSIONE DI CLASSE, UN RICONOSCIMENTO DI IDENTITA’, L’INCONFONDIBILE SPECIFICITA’ DEL POPOLO LAVORATORE SARDO.

IN ATTESA CHE IL VOSTRO AUSPICATO DELLA “TRIMESTRALITA’“ SI AVVERI, TI POSSO ASSICURARE CHE NON VEDO L’ORA DI TORNARE NELLA NOSTRA TERRA, FRA IL RUMORE DELLE ONDE ED IL SILENZIO DEI NURAGHI, IN MEZZO AL MOVIMENTO OPERAIO, DEI PRECARI, DEI PASTORI, CONTADINI, NON POSSONO MANCARE I FERROVIERI, FRA UN CANNONAU ED UN ABBARDENTE, UNA DOLCE SEADAS, IL PROFUMO DEL MIRTO IN UNA TAZZA MINUTA E LA BELLEZZA DELLE DONNE SARDE.

E’ DA MOLTO TEMPO CHE NON VADO A SANT’ANTIOCO, PER CUI SARA’ UN’OTTIMA OCCASIONE PER RITROVARCI, PER STARE ASSIEME, IN COMPAGNIA DEI TUOI COMPAGNI E COLLEGHI ED ANCHE DELL’OTTIMO VINO SARDO.

NEL FRATTEMPO, A PRESCINDERE DALL’ABBONAMENTO DI CUI SONO GRATO, RIVOLGO UN CALOROSO SALUTO AI COMPAGNI E COLLEGHI DELLA CARBOSULCIS, E COME AL SOLITO UN ABBRACCIO A TE, ANTONELLO.

A PRESTO BRUNO

© RIPRODUZIONE RISERVATA

0 Risposte a “Documento: lettera di Bruno Bellomonte ad Antonello Tiddia dal carcere di Viterbo (17/10/2010)”


I commenti sono chiusi.