> 16 « febbraio « 2011 « ilMinuto – notizie Mediterranee – edizione Sardegna

Archivio del giorno 16/02/2011

“Marea nera”: lampadine spente, sit in e dibattito per fare luce sulle responsabilità E.on

(IlMinuto) – Cagliari, 16 febbraio – A poco più di un mese dal disastro ambientale che ha inquinato le coste e il mare del Nord Sardegna si moltiplicano le iniziative per denunciare le responsabilità della E.on. Venerdì saranno in tanti ad aderire ad una nuova forma di sciopero lanciata su Facebook. “Il 18 febbraio alle ore 20.00 – invitano gli organizzatori – spegni la luce per 10 minuti. Fai un piccolo gesto che simboleggia l’ombra calata sulla nostra splendida terra”. I promotori dell’iniziativa chiedono che la multinazionale tedesca faccia partire al più presto la bonifica dell’area perché “sinora è stata fatta solo una prima pulizia di spiagge e rocce”. Nella stessa giornata, ma pochi minuti prima, a Porto Torres (18.00, associazione “The Rockers”) prenderà il via l’incontro-dibattito promosso da a Manca pro s’Indipendentzia e dedicato al tema “Crisi occupazionale e marea nera. Quale futuro per Porto Torres?”. Continua a leggere ‘“Marea nera”: lampadine spente, sit in e dibattito per fare luce sulle responsabilità E.on’

“Non abbiamo bisogno di indagini per sapere chi uccide a Quirra”. Successo per Sa die de sa Vardania, ma nasce Comitato pro Poligono

(IlMinuto) – Cagliari, 16 febbraio – Quirra, Villaputzu e San Vito. Sono state queste le tre tappe della domenica organizzata dal Comitato Sinonucle per chiedere la chiusura del Poligono di Capo San Lorenzo e per dare ancora una volta una risposta alla domanda “Chi uccide a Quirra?”. La giornata, cominciata con la collocazione di un bronzetto nuragico “A Vardania de Quirra e de sa Sardigna totu”, è proseguita con una breve tappa a Villaputzu e il pranzo all’aperto a San Vito. All’iniziativa erano presenti con le loro bandiere Sardigna Natzione, Irs, Federazione della Sinistra e Sinistra Critica, il Comitato Gettiamo le basi e il Movimento Cinque Stelle di Beppe Grillo, ma anche il sindaco di Laconi, Paolo Pisu, la consigliera regionale Claudia Zuncheddu, ed esponenti di altre forze politiche. Il momento più significativo della giornata è stato l’incontro del pomeriggio. Circa 200 persone hanno infatti riempito l’aula del Municipio di San Vito, per discutere per ore della “Sindrome di Quirra” e delle sue cause con militanti ed esperti. Continua a leggere ‘“Non abbiamo bisogno di indagini per sapere chi uccide a Quirra”. Successo per Sa die de sa Vardania, ma nasce Comitato pro Poligono’

Boxe tailandese: appuntamenti a Oristano e Carbonia. Ad aprile sfida Sardegna-Tailandia

(IlMinuto) – Cagliari, 16 febbraio – In Sardegna il movimento della boxe tailandese continua a crescere. La sera del 27 febbraio, nel palazzatto dello Sport di Oristano, si terrà una manifestazione regionale che sarà sarà seguita dopo poche settimane dal torneo internazionale di Carbonia. Il 16 aprile nella città mineraria la squadra della Sardegna composta da Mauro Serra e Alessandro Alias sfiderà infatti una rappresentativa della Tailandia, la patria della Muay Thai.
Continua a leggere ‘Boxe tailandese: appuntamenti a Oristano e Carbonia. Ad aprile sfida Sardegna-Tailandia’

“Nemos Deviat Ischire, Neune Deviat Intendere”: traduzione in sardo per il romanzo di Giovanna Mulas

Mulas Giovanna Bruno Sini(IlMinuto) – Cagliari, 16 febbraio – Un regalo “alla Sardegna Solo per la Sardegna”. Così una nota stampa definisce la collaborazione tra Giovanna Mulas, scrittrice, e Bruno Sini, poeta e studioso della lingua e  delle tradizioni della Sardegna. “Nemos Deviat Ischire, Neune Deviat Intendere”, traduzione in sardo curata da Sini del secondo volume della trilogia noir della poliedrica artista di Nuoro, è un omaggio alla letteratura dell’Isola e sarà prossimamente disponibile in libreria. Continua a leggere ‘“Nemos Deviat Ischire, Neune Deviat Intendere”: traduzione in sardo per il romanzo di Giovanna Mulas’

“Chi ha paura della trasparenza?”. Zuncheddu risponde alle accuse del segretario Rossomori Muledda

(IlMinuto) – Cagliari, 16 febbraio – “Ho sempre versato a Rossomori la quota mensile di 1.800 euro. A novembre ho sospeso le contribuzioni in attesa che si instaurasse un minimo di trasparenza nelle procedure di gestione dei fondi. Attesa evidentemente vana”. Così Claudia Zuncheddu risponde alle accuse mosse dal segretario dei Rossomori Gesuino Muledda (“60mila euro di versamenti al partito non effettuati”) dopo le dimissioni della consigliera regionale dal movimento politico. Continua a leggere ‘“Chi ha paura della trasparenza?”. Zuncheddu risponde alle accuse del segretario Rossomori Muledda’