> 2011 aprile 30 | ilMinuto

Archivio del giorno 30/04/2011

Da Roma a Sassari: la resistibile ascesa del neofascismo di CasaPound

(IlMinuto) – Cagliari, 30 aprile – Nell’universo frammentato dell’estrema destra italiana, nella diaspora di partiti e gruppi che è seguita alla nascita di An dalle ceneri del Msi, CasaPound rappresenta senza dubbio la realtà emergente di questi ultimi anni. Tutto inizia ufficialmente alla fine del 2003, quando viene occupato uno stabile pubblico nel quartiere romano dell’Esquilino, “pugnalando a morte” l’idea dell’occupazione quale appannaggio esclusivo della sinistra dei centri sociali.  A questo primo atto seguiranno altre occupazioni, sia “a scopo abitativo” (dette “Osa”, acronimo pensato non casualmente, dal concetto di ”osare” tanto caro al fascismo), sia “non conformi”, creando spazi destinati a scopi sociali, culturali e, cosa più importante, al radicamento nel territorio. Continua a leggere ‘Da Roma a Sassari: la resistibile ascesa del neofascismo di CasaPound’

1 de su mes’e maju de su 2011. Is festas de is traballadoris in s’Ísula de su disimpreu

Primo maggio in Sardegna(Chistionis e Opinionis) – Casteddu, 30 de su mes”e arbili – Su 44,7 po centu de disimpreu tra is giòvanus e scèti s’annu passau, 17 mortus in su logu de su traballu, sa crisi de sa massaria, de sa pastoria e de s’industria. Est custu su cuadru chi bit sa Sardigna de su 2011 celebrai sa Festa internatzionali de is Traballadoris, a 125 annus giustus giustus de su 1 de su mes’e maju de su 1886, diri chi bidiat sa politzia de Chicago sparai asuba de is operàjus in isciòpiru generali po oteniri sa diri de travallu de ot’oras. Puru ocannu sa crisi económica de sa Sardigna e is temas internatzionalis funt in su coru de is diversus apuntamentus in programma in s’Ísula. Sa cuinta editzioni de sa manifestada aprontada de Sa mesa ‘e su primu maju – in programma in Cossoine – at a tratai temas de atualidadi comenti cussu de “Su mundu arabu tra rebbellia e colonialismu nou” e cussu de “s’impossìbili capitalismu birdi”. Continua a leggere ’1 de su mes’e maju de su 2011. Is festas de is traballadoris in s’Ísula de su disimpreu’

UN ANNO FA. Al Teatro Lirico va in scena la rivolta degli “operai della cultura”. Gli orchestrali dicono no al decreto Bondi

(IlMinuto) – Cagliari, 15 maggio 2010 – I lavoratori della musica si ribellano ai tagli del decreto legge Bondi del 30 aprile. Ieri sera, a Cagliari, il concerto sinfonico diretto dal Maestro Feranek è stato preceduto dalla lettura – da parte di un rappresentante degli orchestrali del Lirico – di una nota di denuncia degli effetti di quella che i sindacati definiscono “sciagurata controriforma”. In segno di protesta i musicisti hanno suonato in abiti “borghesi”. All’ingresso del Teatro campeggiavano un paio di grandi forbici, simbolo dei tagli del Governo alla cultura musicale. Continua a leggere ‘UN ANNO FA. Al Teatro Lirico va in scena la rivolta degli “operai della cultura”. Gli orchestrali dicono no al decreto Bondi’