> Processo Portovesme srl: rifiuti tossici sotto piazzale ospedale Businco. Sit in di fronte al Tribunale di Cagliari | ilMinuto

Processo Portovesme srl: rifiuti tossici sotto piazzale ospedale Businco. Sit in di fronte al Tribunale di Cagliari

(IlMinuto) – Cagliari, 13 luglio – Proseguirà il 27 settembre a Cagliari il processo con rito abbreviato al responsabile del sistema gestione ambientale della Portovesme srl e alla responsabile della gestione rifiuti dello stesso stabilimento, accusati di aver disposto il sotterramento abusivo di diecimila metri cubi di scarti industriali dell’azienda – 15.000 tonnellate di rifiuti tossici e nocivi – nelle zone di Settimo San Pietro, Serramanna e sotto il manto stradale dell’ospedale Businco di Cagliari. Sempre a Cagliari, ma per il 10 novembre, è invece fissata l’udienza di un secondo troncone dello stesso procedimento. Imputati alcuni dipendenti della azienda Tecnoscavi e un socio della Tecnochem. “La Portovesme – ha commentato il consigliere provinciale Angelo Cremone – ha inquinato tanto e continua ad inquinare. E’ responsabile di uno dei delitti più gravi: parte delle scorie sono state messe addirittura nel piazzale di un ospedale oncologico”. In concomitanza con l’udienza di ieri il comitato Carlofortini preoccupati ha organizzato l’ennesimo sit in di protesta di fronte al Tribunale di Cagliari. “Il nostro comitato civico – ha spiegato l’esponente dei Carlofortini preoccupati Antonello Repetto – cerca di battersi contro il ‘presunto’ inquinamento’. Dico presunto perché le amministrazioni comunali ignorano il problema, perché c’è il turismo e quindi certe cose quindi è meglio non saperle e non dirle”. Aurora Pigliapochi di Sardigna Natzione ha partecipato di fronte al Tribunale impugnando il manifesto diffuso in occasione del referendum regionale del 2006 contro l’importazione di scorie industriali. “Purtroppo questo referendum – ha sottolineato l’esponente indipendentista – è fallito perché tutti i partiti erano uniti e concordi nell’impedire il raggiungimento del quorum. Oggi dopo sei anni abbiamo accumulato un’altra grandissima quantità di scorie per arricchire la Glencore con il ricatto occupazionale. Ma 500-600 posti di lavoro valgono la vita di un intero territorio, dei bambini e degli stessi operai?”.

Si ringrazia Mario Flore per la gentile concessione della foto

© RIPRODUZIONE RISERVATA

0 Risposte a “Processo Portovesme srl: rifiuti tossici sotto piazzale ospedale Businco. Sit in di fronte al Tribunale di Cagliari”


I commenti sono chiusi.