> Caso Keller: 320 posti di lavoro a rischio. Continua l’occupazione, aMpI: “Stato italiano costringe a chiudere altra industria sarda” « ilMinuto – notizie Mediterranee – edizione Sardegna

Caso Keller: 320 posti di lavoro a rischio. Continua l’occupazione, aMpI: “Stato italiano costringe a chiudere altra industria sarda”

(IlMinuto) – Cagliari, 5 settembre – La cancellazione di una commessa da 15 milioni di euro. La richiesta del pagamento di una penale da altri 10 milioni. Queste decisioni di Trenitalia sul futuro della Keller di Villacidro rischiano di portare in breve tempo alla chiusura della azienda che costruisce vagoni ferroviari e alla perdita di 320 posti di lavoro. Contro le decisioni dell’ente ferroviario gli operai dell’azienda hanno deciso di occupare lo stabilimento, dove dal 2 settembre è in corso una assemblea permanente. Nella giornata di venerdì gli operai hanno ricevuto la visita dell’assessore provinciale al Lavoro Simona Lobina. Ieri le parole del presidente della Regione Ugo Cappellacci e dell’assessore all’Industria, Alessandra Zedda (il quarto assessore regionale all’Industria in due anni e mezzo circa). Sulla questione è intervenuta con un comunicato a Manca pro s’Indipendentzia. “Ancora una volta – scrive aMpI – lo stato italiano, in questo caso con un suo ente, costringe al fallimento un’importante attività produttiva sarda in maniera del tutto arbitraria. Ormai è chiaro che appartenere ancora allo stato italiano per i lavoratori sardi significa andare incontro alla cancellazione di ogni possibilità di lavoro […]”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

0 Risposte a “Caso Keller: 320 posti di lavoro a rischio. Continua l’occupazione, aMpI: “Stato italiano costringe a chiudere altra industria sarda””


I commenti sono chiusi.