> Militarizzazione. Il Tar boccia i radar: “Prima di tutto la tutela della salute” « ilMinuto – notizie Mediterranee – edizione Sardegna

Militarizzazione. Il Tar boccia i radar: “Prima di tutto la tutela della salute”

(IlMinuto) – Cagliari, 11 ottobre – I lavori per l’installazione dei radar di Capo Pecora, Fluminimaggiore e Tresnuraghes sono bloccati sino al 21 gennaio 2012, giorno in cui sarà emessa la sentenza. E’ quanto stabilisce una ordinanza pubblicata nei giorni scorsi dal Tar Sardegna, con grande soddisfazione dei Comitati No Radar dell’Isola. “Il giudice amministrativo – si legge nel blog NoRadarCapoSperone – impartisce al Ministero e alla Regione una vera lezione di diritto costituzionale e di civiltà giuridica”. Il punto 1 della ordinanza dice in modo molto chiaro che “l’interesse nazionale” nella installazione dei radar “cede di fronte al superiore interesse pubblico costituito dalla tutela della salute”. Il movimento No Radar esulta (“Dopo questa ordinanza – si legge nel blog – salvo miracoli, i radar sono spacciati”), ma invita a continuare la lotta sino alla sentenza.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

0 Risposte a “Militarizzazione. Il Tar boccia i radar: “Prima di tutto la tutela della salute””


I commenti sono chiusi.