> 2012 gennaio 28 | ilMinuto

Archivio del giorno 28/01/2012

Parcheggi a Quartu: la battaglia dei comitati e le risposte del sindaco. Una prima inchiesta sul Piano sosta

(IlMinuto) – Cagliari, 28 gennaio – Due petizioni popolari e più cinquemila firme raccolte per cambiare il Piano sosta. A pochi mesi dall’entrata in vigore sono diversi i segnali dell’impopolarità del progetto voluto dall’amministrazione Contini. Al malumore dei cittadini raccolto nelle petizioni popolari si affianca infatti il disagio del piccolo commercio, che lamenta sotto voce un calo degli affari a vantaggio della distribuzione. Da Carrefour – tanto per fare un nome che dice qualcosa ai cittadini della terza città della Sardegna – per parcheggiare non si paga. E allora forse non è un caso che tante attività commerciali quartesi si siano trasformate per qualche mese in punti di raccolta firme contro il Piano sosta. IL PIANO Dalla “nascita” del piano è passato un anno esatto. Il 25 gennaio 2011 il Consiglio comunale approva infatti, con 19 voti a favore e otto contrari, il Piano generale della Sosta, denominato “So stare a Quartu”. Che cosa prevede il progetto? Innanzitutto la moltiplicazione dei parcheggi a pagamento. A regime – si legge nel piano sosta approvato dal Consiglio comunale – quelli nel centro cittadino passano da 791 a 1386. I parcheggi nel litorale, a carattere stagionale, aumentano da 111 a 938. Il piano sosta divide alcuni quartieri della città in zone e i parcheggi in blu (a pagamento), bianchi (sosta gratuita di un quarto d’ora con disco orario), e gialli (riservati ai residenti). E proprio i parcheggi gialli – la più grande novità del Piano – sono stati fra quelli soggetti alle maggiori critiche: il numero di autoveicoli guidati dai residenti è – per ora – di molto inferiore al numero dei parcheggi riservati a chi abita nelle zone interessate dal piano sosta e delimitati dalle strisce gialle. E qui sorge un problema: al pagamento dell’abbonamento semestrale non corrisponde un servizio garantito, ma semplicemente la possibilità di sostare nei parcheggi delimitati dalle strisce gialle (se liberi) o dalle strisce blu, ma solo dalle 13.00 alle 9.00 del giorno seguente. Forse 40 euro all’anno per un servizio di questo tipo sono un po’ troppi, se si pensa che a Cagliari i residenti per un servizio simile pagano “appena” cinque euro all’anno. Continua a leggere ‘Parcheggi a Quartu: la battaglia dei comitati e le risposte del sindaco. Una prima inchiesta sul Piano sosta’