> Sensibilità Chimica Multipla (Mcs). L’interrogazione Zuncheddu per la lotta di Federica Cannas | ilMinuto

Sensibilità Chimica Multipla (Mcs). L’interrogazione Zuncheddu per la lotta di Federica Cannas

(IlMinuto) – Cagliari, 13 aprile – Che cos’è la Sensibilità Chimica Multipla, meglio nota con la sigla Mcs? Si tratta di una sindrome immuno-tossica infiammatoria che sviluppa un’intolleranza totale alle sostanze chimiche presenti nell’ambiente. Una patologia totalmente invalidante in quanto necessita dell’isolamento fisico del paziente. Tuttavia, non trattandosi di una malattia riconosciuta dal Sistema Sanitario Nazionale italiano l’Italia è totalmente carente in termini di strutture di cura. In Sardegna si è sentito parlare di questa patologia con il caso della giovane sarda Federica Cannas. In merito alla questione, il consigliere indipendentista Claudia Zuncheddu il 4 aprile scorso ha presentato in Consiglio Regionale un’interrogazione con richiesta di risposta scritta sui ritardi da parte della Ras circa l’assistenza sanitaria e la carenza di iniziative mirate a far fronte ai casi delle persone colpite da Sensibilità Chimica Multipla. “Una giovane sarda, affetta da Mcs – si legge nel documento – è attualmente ricoverata in un ospedale altamente specializzato di Londra: sino ad oggi ha usufruito dell’assistenza sanitaria indiretta, tuttavia essendo i costi delle terapie molto elevati, la famiglia non è più in grado di concorrere ai pagamenti”. Ad aiutare Federica potrebbe essere la stessa Regione Sardegna applicando l’articolo 7 comma 3 del decreto Ministeriale del 3 novembre 1989 in cui si fa presente che: “Deroghe alle disposizioni ed ai criteri di cui al precedente art 6 possono essere disposte, qualora le spese che restano a carico dell’assistito siano particolarmente elevate in relazione anche al reddito complessivo del nucleo familiare dell’assistito stesso dalla Regione che determina, per i singoli casi, il concorso globale complessivo massimo erogabile”. ”Chiediamo – precisa Zuncheddu – al Presidente della Regione e all’Assessore della Sanità e Assistenza Sociale, se hanno previsto la possibilità di appellarsi al suddetto articolo e concorrere in misura maggiore a quella del 70% stabilita dalla Legge Regionale Sarda per le spese sanitarie, in modo da consentire alla nostra cittadina di proseguire le cure sino a completarle”.

S.P.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

0 Risposte a “Sensibilità Chimica Multipla (Mcs). L’interrogazione Zuncheddu per la lotta di Federica Cannas”


I commenti sono chiusi.