> 2012 luglio 30 | ilMinuto

Archivio del giorno 30/07/2012

Ambiente. Costa (Cgil): “Pronti a scendere in piazza contro la revisione del Ppr”

(IlMinuto) – Cagliari, 30 luglio – “Stravolgere il Ppr non porterà nulla di positivo ai sardi e alla Sardegna”. Con queste parole il segretario regionale della Cgil, Enzo Costa, boccia le linee guida del Piano paesaggistico regionale approvate la scorsa settimana dall’assemblea di via Roma. “Un atto compiuto contro il bene della collettività – precisa Costa – che crea false speranze, soprattutto fra quei 17mila lavoratori edili rimasti disoccupati”. Secondo la Cgil quanto deciso dal Consiglio regionale non porterà nuova occupazione, ma danneggerà la Sardegna, per questo l’organizzazione sindacale annuncia iniziative pubbliche, mobilitazioni e proteste per dire no alla revisione del Ppr. Continua a leggere ‘Ambiente. Costa (Cgil): “Pronti a scendere in piazza contro la revisione del Ppr”’

Per salvare il territorio dall’abusivismo oggi a Carloforte il dibattito “Stop al consumo del territorio”

(IlMinuto) – Cagliari, 30 luglio – A distanza di pochi giorni dall’approvazione da parte della Giunta Regionale delle nuove linee guida di modifica del Ppr, Carloforte si animerà con il dibattito “Stop al consumo del territorio” organizzato dal gruppo Tabarchin pau ben in cumun. L’appuntamento è fissato per stasera alle 21.30 in via XX Settembre. Prima del dibattito verrà presentato, alla presenza dell’autore, il libro di Domenico Finiguerra “Il Suolo è dei nostri figli”. All’incontro interverranno anche Graziano Bullegas di Italia Nostra Sardegna e Antonello Meli, studioso di Geografia Economica. Continua a leggere ‘Per salvare il territorio dall’abusivismo oggi a Carloforte il dibattito “Stop al consumo del territorio”’

Rifondazione comunista: Deriu nuovo segretario della Federazione di Cagliari

(IlMinuto) – Cagliari, 30 luglio – Giovannino Deriu è il nuovo segretario del Partito della Rifondazione comunista della Federazione di Cagliari. Eletto venerdì scorso dal Comitato politico federale, Deriu succede a Giuseppe Stocchino, segretario provinciale negli ultimi tre anni. Della nuova segreteria federale fanno parte anche Simone Seu, Giulia Suella e Riccardo Cocco.

L’Università di Sassari contro la discriminazione del sardo. La soddisfazione de Su Majolu

(IlMinuto) – Cagliari, 30 luglio – Continua la protesta contro la discrimininazione della lingua sarda da parte del governo italiano. Anche l’Università di Sassari, tramite una delibera del Senato Accademico, ha espresso la sua posizione denunciando il duro attacco al sardo. Come sappiamo la Spending Review (d.l. 95/12, art. 14, Riduzione delle spese di personale, comma 16) ha infatti escluso la Sardegna dalle aree caratterizzate da specificità linguistica. Nel decreto legge sulla rimodulazione della spesa non vi è infatti nessuna tutela per il sardo nonostante sia la stessa legge 482 de 1999 a tutelarlo come lingua al pari del tedesco, del francese e dello sloveno. Ma che cosa sta accadendo? Se la Spending Review stabilisce che in Sardegna non potranno essere assegnati dirigenti a tempo indeterminato alle istituzioni scolastiche con meno di 600 iscritti, la cosa più grave è che il provvedimento esclude l’isola dalle aree caratterizzate da specificità linguistica, per le quali si applica la soglia agevolata di 400 iscritti come accade nel Sud-Tirolo, in Valle d’Aosta e nelle aree di lingua slovena del Friuli. Un’emarginazione che ha allarmato la Commissione dell’Ateneo per la lingua sarda dell’Università di Sassari, che ha subito segnalato lo “smacco” al Senato Accademico. Continua a leggere ‘L’Università di Sassari contro la discriminazione del sardo. La soddisfazione de Su Majolu’

Caserma di Pratorsardo. aMpI “La lotta popolare continuerà!”

(IlMinuto) – Cagliari, 30 luglio – “[Molti] pensano che un fatto sia avvenuto davvero perché è stampato in grandi caratteri neri; confondono la verità col corpo dodici”. E’ quanto, nel lontano 1952, scrive il Borges di “Altre Inquisizioni”. Uno spunto utile per riflettere su un comunicato stampa diffuso da a Manca pro s’Indipendentzia a proposito del giornalismo o di un certo tipo di giornalismo. Il riferimento è ad alcuni articoli allusivamente “accusatori” comparsi sulla carta stampata nei giorni scorsi, dopo che il sindaco di Nuoro Alessandro Bianco ha ricevuto una lettera anonima contenente minacce di morte. “Condanniamo con forza e con sdegno – scrive la sinistra indipendentista – il taglio ambiguo dei giornali di questi giorni, che, senza avere il coraggio di schierarsi e di parlare apertamente, cercano velatamente di addossare la colpa di minacce (misteriose sia nel contenuto che nella stessa provenienza) alla vasta area popolare che da mesi e mesi lotta contro l’enorme ed inutile spreco della costruzione della Caserma. Noi le cose le diciamo in faccia!!”. “A tale riguardo ci auguriamo – precisa la nota stampa – che la lettera anonima con minacce di morte recapitata al sindaco nei giorni scorsi non sia il pretesto per creare un clima di intimidazione nei confronti del dissenso. La protesta contro la costruzione di una Caserma a Pratosardo è stata da sempre [...] popolare, fatta dai cittadini nuoresi a volto scoperto e alla luce del sole, con volantinaggi pubblici, manifestazioni e raccolta di firme nelle piazze”. Ci si potrebbe domandare, seguendo l’analisi diffusa dalla sinistra indipendentista, se ci troviamo davvero davanti a quell’agire politico conosciuto come “strategia della tensione” da sempre noto come strategia di controrivoluzione preventiva. Noi non siamo in grado di rispondere. Continua a leggere ‘Caserma di Pratorsardo. aMpI “La lotta popolare continuerà!”’