> 2012 settembre 12 | ilMinuto

Archivio del giorno 12/09/2012

Le Ville di Monte Claro e il rischio inondazione. Intervista al Comitato per Pirri

(IlMinuto) – Cagliari, 12 settembre – Secondo le analisi idrogeologiche condotte ad opera del Comitato per Pirri l’opera di costruzione delle Ville di Monte Claro, progetto edilizio nato da un’idea della Società Cooperativa Cento di Monserrato, che prevede la realizzazione di 60 abitazioni unifamiliari e una schiera di ville fabbricate attorno a un parco-giardino di forma circolare, pone a serio rischio la comunità pirrese. L’impermeabilizzazione dell’area di via dei Valenzani, ai piedi del Colle di Monte Claro a Cagliari, può infatti causare gravi disastri in caso di forti precipitazioni, come possiamo leggere nelle pagine del blog del Comitato. Il tutto all’interno di una zona, quella di Pirri, già fortemente esposta a rischio inondazioni. Nessun timore per la popolazione? Oggi ne parliamo con Giuseppe Cocco, membro del Comitato per Pirri.

Quando, come e perché è nato il Comitato per Pirri?

Il Comitato per Pirri è nato il 7 febbraio 2009 su iniziativa di 4 persone (Giuseppe Cocco, Valter Cabras, Emanuele Armeni, Monia Demelas), tutte residenti nel quartiere “Su Staini” di Pirri, in seguito all’ennesima alluvione che ha causato numerosi danni. Esso è nato dall’esigenza di far sentire il nostro disagio all’amministrazione pubblica, allora guidata da Emilio Floris, reo di aver sottovalutato il rischio inondazone malgrado le numerose lamentele e un esposto alla Procura della Repubblica presentato proprio dai residenti di Su Staini dopo l’ennesima alluvione, quella del settembre 2006.  Continua a leggere ‘Le Ville di Monte Claro e il rischio inondazione. Intervista al Comitato per Pirri’

Verità sulla forbice greca

(IlMinuto) Cagliari, 12 settembre – La stampa e il senso comune la dipingono come il paese più sprecone, che non fa abbastanza per rimettere in sesto le proprie finanze. In realtà la Grecia è il paese dell’Eurozona che taglia più di tutti, come rileva uno studio della banca centrale irlandese secondo il quale i tagli e gli aumenti di tasse imposti fino al 2011 sono pari al 20% del Pil. Un dato destinato a crescere entro il 2014, quando si arriverà al 33%. Continua a leggere ‘Verità sulla forbice greca’

I “cattivi” trasporti della Sardegna tra immobilismo e aumento dei prezzi. ProgReS: “Caro traghetti [...] surreale e drammatico”

(IlMinuto) – Cagliari, 12 settembre – Come è facilmente intuibile i trasporti sono un elemento determinante della vita e dell’economia di un territorio. Oggi in Sardegna si assiste sempre più al loro depotenziamento, sia all’interno dell’Isola sia nei collegamenti con la penisola italiana e gli altri Stati. L’efficienza dell’offerta di trasporto, le azioni di tipo infrastrutturale, di mercato, normative, organizzative sono sempre più languenti. Per i Sardi insomma nessuna rottura con l’isolamento, anzi. Tuttavia, non è solo l’immobilismo quello che grava sulle spalle dell’isola. Ci sono anche l’aumento dei prezzi per il trasporto aereo e per quello marittimo. In merito al “Caro traghetti” si pronuncia ProgReS Progetu Republica con una nota stampa. ”Il tema del ‘Caro traghetti’ – si legge nel comunicato diffuso dall’organizzazione indipendentista – è particolarmente attuale per via di alcuni nuovi sviluppi che vanno ad aggiornare uno scenario già ampiamente surreale e drammatico. L’aumento dei prezzi per i traghetti, da almeno due anni a questa parte ha condizionato e condiziona pesantemente sia l’andamento della stagione turistica sia il diritto alla mobilità dei sardi”. Continua a leggere ‘I “cattivi” trasporti della Sardegna tra immobilismo e aumento dei prezzi. ProgReS: “Caro traghetti [...] surreale e drammatico”’

Il Comune di Cagliari rinnova la convenzione con Equitalia. Dura critica di aMpI sulla mancata scelta di una soluzione alternativa

(IlMinuto) – Cagliari, 12 settembre – Una giunta comunale di Cagliari che si è mostrata tradizionalista più che progressista quella che il 6 settembre scorso si è fatta protagonista del rinnovo della convenzione con Equitalia, la stessa società pubblica italiana (51% Agenzia delle Entrate e 49% Inps) incaricata della riscossione dei tributi che ha messo in ginocchio la Sardegna, un’isola che più volte è scesa in piazza per difendere i suoi cittadini contro un sistema di riscossione disumano. Sotto accusa le ipoteche e i fermi amministrativi, nonché gli elevati interessi di mora e aggio applicati da Equitalia. E’ dal 1997 che le amministrazioni comunali hanno la facoltà di disciplinare autonomamente le forme e le modalità della riscossione delle proprie entrate. Tuttavia il Comune della prima città della Sardegna non si dimostra anti-Equitalia: “Il Comune di Cagliari – si legge nel comunicato stampa della testata giornalistica Comune Cagliari News.it - ha deciso di affidare ancora ad Equitalia la riscossione volontaria e coattiva della tassa per lo smaltimento dei rifiuti solidi urbani, prorogando sino al 31 dicembre prossimo la convenzione appena scaduta”. Una pillola amara, quella regalata da una giunta che più volte e a più riprese è stata indicata come manifesto di positiva evoluzione per la città e come grande esempio per altre amministrazioni. La proroga voluta dalla giunta alla guida della prima città della Sardegna non piace agli indipendentisti di a Manca pro s’Indipendentzia. Continua a leggere ‘Il Comune di Cagliari rinnova la convenzione con Equitalia. Dura critica di aMpI sulla mancata scelta di una soluzione alternativa’