> Scuola pubblica. La denucia del Comitato Precari Scuola Oristano | ilMinuto

Scuola pubblica. La denucia del Comitato Precari Scuola Oristano

(IlMinuto) – Cagliari, 4 settembre – “Il piano di smantellamento della scuola pubblica statale italiana procede a marce forzate, [...] grazie al supporto di svariati soggetti politico-sindacali, al silenzio mediatico e alla rassegnazione della società civile, in primis del personale della scuola, delle famiglie e degli studenti, derubati ormai del sacrosanto diritto allo studio e all’istruzione”. E’ quanto afferma il Comitato Precari Scuola di Oristano dopo aver appreso le novità in materia scolastica progetto del Governo Monti, che copliscono al “cuore” il personale docente e non. “Il famigerato ‘concorsone’ – spiega il comunicato stampa – è l’ennesimo attaccato al sistema-scuola volto a colpire un sistema di reclutamento che si è sempre servito di un equo strumento come le graduatorie”. “Sottoporre nuovamente a valutazione tutti coloro che sono entrati in graduatoria – spiega il Comitato – grazie all’abilitazione e alla vittoria del precedente concorso, è inammissibile alla luce del fatto che le persone in questione hanno maturato ormai anni e anni di servizio”. Il Comitato Precari Scuola di Oristano non tace neanche sulle responsabilità politiche isolane: “Se la Regione Sardegna è pronta a salvare le miniere con un ingente impiego di denaro pubblico, a maggior ragione dovrebbe ripristinare e tutelare le scuole nel territorio. Il problema di base, però, è l’assenza di una volontà politica e di una certa visione di società caratterizzata da cittadini realmente consapevoli delle proprie scelte”.

F.P.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

0 Risposte a “Scuola pubblica. La denucia del Comitato Precari Scuola Oristano”


I commenti sono chiusi.