> Carceri: il detenuto non ha diritto a usare il tablet | ilMinuto

Carceri: il detenuto non ha diritto a usare il tablet

(IlMinuto) – Cagliari, 19 ottobre – “Un cittadino privato della libertà che ne faccia richiesta può ottenere di utilizzare in cella un computer opportunamente ‘sterilizzato’, cioè trasformato quasi in una semplice macchina da scrivere, ma non un tablet”. E’ quanto denuncia Maria Grazia Caligaris presidente dell’associazione Socilismo Diritti Riforme, dopo essersi vista restituire un supporto informatico donato a un detenuto dai soci di Sdr, perché ritenuto pericoloso. “La Direzione Generale dei Detenuti e del Trattamento – spiega Caligaris – con un’apposita nota ha infatti specificato che il tablet è una strumentazione ‘di regola dotata di dispositivi integrati nel sistema e dunque non asportabili’”. Queste disposizioni non sembrerebbero favorire un reinserimento sociale e culturale dei cittadini privati della libertà, non sembrerebbero aiutare le loro reali possibilità di crescita e di aggiornamento culturale, e – prosegue la nota stampa – “appare anche contraddittoria” la loro la promozione, “attraverso appositi corsi spesso tenuti da volontari, per insegnare ai reclusi l’uso degli strumenti informatici”.

S.P

Illustrazione disegnata da ichibod. Fonte Flickr

© RIPRODUZIONE RISERVATA

0 Risposte a “Carceri: il detenuto non ha diritto a usare il tablet”


I commenti sono chiusi.