> SardignaLibera in difesa del territorio contro la chimica verde | ilMinuto

SardignaLibera in difesa del territorio contro la chimica verde

(IlMinuto) – Cagliari, 16 ottobre – SardignaLibera si mobilita contro la chimica verde. Lo fa con un esposto-denuncia alla Procura della Repubblica del Tribunale di Sassari, contro il Governo Italiano, la Giunta della Ras, la Provincia di Sassari, gli Enti Locali, i Sindacati, l’Eni e tutte le Multinazionali, dall’Enipower a Matrica e Versalis. La causa è la realizzazione dell’impianto della cosiddetta Chimica Verde a Porto Torres. “Dietro l’inganno [...] – afferma il Segretario di SardignaLibera Claudia Zuncheddu – si nascondono le mancate bonifiche sul precedente sito industriale”, che in diversi anni di attività ha deturpato l’ambiente avvelenandolo, e “l’installazione della centrale elettrica a biomasse (equiparate ai rifiuti speciali), quindi il pericolo dell’importazione dei rifiuti”. Si parla – spiega Zuncheddu – del più grande inceneritore d’Europa che produrrà ancora inquinamento ambientale, morte e malattie nelle collettività locali”.

S.P.

Illustrazione di Dottor Fonk

© RIPRODUZIONE RISERVATA

0 Risposte a “SardignaLibera in difesa del territorio contro la chimica verde”


I commenti sono chiusi.