> Zone Umide: il Consiglio Regionale approva una norma che riduce le misure di tutela | ilMinuto

Zone Umide: il Consiglio Regionale approva una norma che riduce le misure di tutela

(IlMinuto) – Cagliari, 10 ottobre – Contrasta con le norme del codice del paesaggio la legge che il Consiglio regionale della Sardegna ha approvato lo scorso 4 ottobre con 43 voti favorevoli della maggioranza. Il provvedimento è finalizzato a ridurre le misure di tutela intorno a tutte le zone umide. Il disegno di legge regionale presentato lo scorso giugno sembra ignorare la sentenza del Consiglio di Stato – sez. IV, 16 aprile 2012, n. 2188 – . In sostanza, il Consiglio di Stato ha prescritto che la fascia di salvaguardia generale dei 300 metri si deve estendere anche a tutte le zone umide, perciò tutti gli interventi proposti in quest’ambito devono essere assoggettati ad autorizzazioni paesaggistica. La Giunta afferma che questa nuova norma è necessaria per salvare gli edifici realizzati sulle sponde di stagni, lagune e saline. Tuttavia il Gruppo d’Intervento Giuridico nel suo blog scrive che “Il vero motivo di questa ennesima prova della volontà cementificatrice della Giunta Cappellacci e della sua maggioranza consiliare risiede nel voler evitare l’applicazione di una normativa di tutela ben incardinata nel codice dei beni culturali e del paesaggio”. E’ in difesa del territorio che le associazioni ecologiste Gruppo d’Intervento Giuridico e Amici della Terra inoltreranno un’istanza al Governo affinché promuova ricorso davanti alla Corte costituzionale contro una legge regionale “lesiva delle competenze statali in materia di tutela dell’ambiente e del paesaggio”.

S.P.

Fotografia di finieddu. Fonte Flickr

© RIPRODUZIONE RISERVATA

0 Risposte a “Zone Umide: il Consiglio Regionale approva una norma che riduce le misure di tutela”


I commenti sono chiusi.