> 26 « novembre « 2012 « ilMinuto – notizie Mediterranee – edizione Sardegna

Archivio del giorno 26/11/2012

Documento: Palestina, l’analisi di Pcl

Il Partito Comunista dei Lavoratori si schiera da subito senza riserve al fianco del popolo palestinese contro l’azione criminale in atto da parte dello Stato Sionista d’Israele.

Il governo Netanyahu ha aperto la propria campagna elettorale per il voto di Gennaio con una nuova escalation militare contro la popolazione di Gaza. Una popolazione già schiacciata ed oppressa in una piccola prigione a cielo aperto viene bombardata senza pietà dai propri carcerieri. Che preparano una nuova invasione militare della Striscia, e una sua nuova possibile occupazione , fuori e contro ogni parvenza di cosiddetta “legalità” internazionale. Si prepara per i Palestinesi una nuova pagina drammatica di resistenza eroica.

Ancora una volta gli alleati veri del popolo Palestinese non siedono all’ONU, né alla testa degli Stati arabi. Il nuovo governo egiziano dei Fratelli Musulmani, che pur “condanna” l’azione d’Israele, si guarda bene dal rompere il trattato di pace col Sionismo siglato dall’Egitto nel 79. L’esercito egiziano che nuovamente intimidisce e reprime il proprio popolo non si schiererà sul campo a fianco dei palestinesi: preferisce soldi e protezione dell’Amministrazione USA, garante del compromesso coi Fratelli Musulmani e delle relazioni di buon vicinato con Israele. L’arroganza omicida di Israele contro i palestinesi è proporzionale alla viltà e alla corruzione delle borghesie arabe.

Solo i lavoratori e la popolazione povera di Palestina e dei paesi arabi possono intervenire a sostegno del popolo di Gaza. Con una straordinaria mobilitazione di massa che travalichi i confini artificiali degli Stati Arabi. Che recuperi e sviluppi sino in fondo le stesse aspirazioni di libertà e di emancipazione delle grandi rivolte della “Primavera”, contro i nuovi governi borghesi che le hanno negate e sequestrate. Che impugni il diritto storico alla liberazione araba dal sionismo, al ritorno incondizionato dei palestinesi nella propria terra, al rovesciamento dello Stato coloniale fantoccio d’Israele, alla creazione di uno Stato arabo di Palestina, laico e socialista, all’interno di una Federazione socialista araba e del Medio Oriente. Continua a leggere ‘Documento: Palestina, l’analisi di Pcl’

San Sebastiano riapre il braccio della tortura

(IlMinuto) – Cagliari, 26 novembre – “Il terzo braccio è al limite della tortura”, e se a dirlo è il garante dei diritti dei detenuti del carcere di San Sebastiano c’è da riflettere. In seguito ai soliti problemi di sovraffollamento, infatti, la direzione ha riaperto le celle del terzo braccio che rappresenta uno spazio ancora peggiore rispetto alla struttura stessa del vecchio penitenziario: dalle pareti scrostate per l’umidità, ai letti impilati fino all’impossibilità di una qualsiasi forma di privacy con il bagno “separato” dalla cella da un semplice asciugamano. La riapertura della sezione ha riacceso le proteste dei detenuti che continuano la propria mobilitazione dentro le mura per chiedere al governo l’amnistia e il diritto al voto per le prossime consultazioni elettorali. Continua a leggere ‘San Sebastiano riapre il braccio della tortura’

“S’arvure de sas poesias”: a Tula concorso in lingua sarda per poeti di ogni età

(IlMinuto) – Cagliari, 26 novembre – Tula premia la poesia in lingua sarda con “S’arvure de sas poesias”, il concorso indetto dagli assessorati della Cultura e delle Politiche scolastiche del Comune in provincia di Sassari. L’iniziativa è articolata in quattro categorie (scuole elementari, scuole medie, 14-18 anni, 19 anni e oltre): le prime due sono riservate ai bambini di Tula, mentre la partecipazione alle ultime due sezioni è aperta anche ai non residenti. Continua a leggere ‘“S’arvure de sas poesias”: a Tula concorso in lingua sarda per poeti di ogni età’

Lingua sarda: sbarca in Sardegna “Bilinguismu Creschet”

(IlMinuto) – Cagliari, 26 novembre – Verrà presentato ufficialmente domani alle 10.30 dall’assessore Sergio Milia, nella Biblioteca Regionale in viale Trieste 137 a Cagliari, il progetto “Bilinguismu Creschet”, proposta firmata nei giorni scorsi dall’Assessorato della Pubblica Istruzione della Ras e dall’Università di Edimburgo avente come fulcro d’azione l’alleanza tra due importanti realtà europee per il bilinguismo dei bambini. Lo scopo – precisa una nota stampa – è quello di diramare “le conoscenze reciproche in merito all’uso contemporaneo di due lingue durante la prima l’infanzia”. “Bilinguismu Creschet” dà il via a una serie di iniziative di promozione e sensibilizzazione della popolazione sui vantaggi del bilinguismo precoce nei bambini. Con l’avvio del progetto -spiegano gli ideatori – “si spera di incontrare il favore della popolazione e di estirpare molti luoghi comuni sbagliati sull’apprendimento precoce e contemporaneo delle lingue”. Il progetto sarà dunque una vera e propria occasione che vuole interessare i docenti, il personale didattico e tutti coloro che si occupano o che intendono occuparsi di questi temi. Continua a leggere ‘Lingua sarda: sbarca in Sardegna “Bilinguismu Creschet”’

Un concorso del Tappeto per artigiane sarde e tunisine

(IlMinuto) – Cagliari, 26 novembre – Un concorso del Tappeto rivolto ad artigiane sarde e tunisine. E’ l’iniziativa del progetto Diart Le Dialogue Interculturel à travers l’Art du Tapis, finanziato dalla Commissione Europea, Delegazione Ue in Tunisia, a valere sul Programma EuropeAid Attività Culturali 2012 – Tunisia. “I migliori tappeti – si legge in una nota stampa – saranno esposti durante il Festival della Tessitura sardo-tunisina che si terrà il prossimo marzo in Tunisia nell’Acropolium di Cartagine”. Continua a leggere ‘Un concorso del Tappeto per artigiane sarde e tunisine’