> “Cosa c’è di prioritario rispetto alla vita?”Documento: lettera di Salvatore Usala | ilMinuto

“Cosa c’è di prioritario rispetto alla vita?”Documento: lettera di Salvatore Usala

Preg.mo Sen. Mario Monti Presidente Consiglio dei Ministri

Piazza Colonna,370 – 00187 Roma

Fax 06 67793543

Preg.mo Prof. Vittorio Grilli Ministro Economia e Finanza

Via XX Settembre, 97 – 00187 Roma

Preg.ma Prof.ssa Elsa Fornero Ministro Lavoro e Politiche Sociali

Via Veneto, 56 – 00187 Roma

Preg.mo Prof. Renato Balduzzi Ministro della Salute

Lungotevere Ripa, 1- 00153 Roma

Preg.mo Prof. Gianfranco Polillo Sottosegretario Economia e Finanza

Via XX Settembre, 97 – 00187 Roma

Preg.ma Prof.ssa Maria Cecilia Guerra Sottosegretario Ministero Lavoro e Politiche Sociali

Via Fornovo, 8 – 00192 Roma3

Preg.mo Prof. Adolfo Elio Cardinale Sottosegretario della Salute

Lungotevere Ripa, 1- 00153 Roma

Carissimo Presidente, Carissimi Ministri, Carissimi Sottosegretari,

La visita dei Ministri Balduzzi e Fornero, del 31 ottobre, a casa mia, è stato un avvenimento storico che dimostra la sensibilità dei due governanti.

I Ministri hanno preso un impegno solenne perché venga finanziato il fondo per la non autosufficienza per disabili gravissimi: Sla, coma, sclerosi multipla grave, distrofia muscolare, stati vegetativi, cerebrolesi e tutte le patologie che richiedano un’assistenza vigile 24 ore su 24.

Non sapevamo il perché l’impegno ad un finanziamento importante richiedesse 20 giorni per essere formalizzato.

L’abbiamo scoperto i giorni successivi: pare che il Presidente Monti ed il Ministro Grilli abbiano ritenuto il finanziamento non prioritario rispetto alle problematiche contingenti. Vi chiedo: cosa c’è di prioritario rispetto alla vita?

Vi ricordo che l’art. 23, comma 8, della legge 135/2012, detta Spending Review prevede che 658 milioni vengano utilizzati in via prevalente per la non autosufficienza prioritariamente per le gravi disabilità. Prevalente di 658 milioni sono almeno 330.

Nel disegno di legge sulla stabilità avete soppresso i 658 milioni trasferendo i fondi alla Presidenza del Consiglio incrementando la dotazione a 900 milioni.

L’Italia è ancora uno stato di diritto? Avete fatto un referendum nel Consiglio dei Ministri per abrogare l’art. 23, comma 8, legge 135/2012 approvata da 3 mesi? E’ un atto incostituzionale, oserei dire che è un vero scippo nei confronti di disperati, dove sta l’equità? I Ministri Balduzzi e Fornero concordano con noi, l’hanno ribadito nell’incontro del 31 ottobre a Monserrato.

Tutti i partiti hanno ribadito che i fondi ai gravissimi non si toccano, bisogna trovare una soluzione, presto, subito, entro pochi giorni. Invito il Governo a predisporre un emendamento che rispetti quanto stabilito dalla legge 135/2012 con un fondo di 400 milioni.

Aspetteremo una cortese risposta da parte delle S.V. entro il 12 novembre. Dopo tale data ci organizzeremo per lanciare una protesta senza precedenti: sciopero della fame di almeno 80 gravissimi, presidio permanente, giorno e notte, davanti ad un Ministero chiave, altre cose mai viste che non sono dettagliabili per pudicità

Vi chiedo cortesemente di rispondere celermente, molti gravissimi sono disperati, non abbiamo nulla da perdere, preferiamo darvi la responsabilità della nostra morte che vivere una vita indegna di un paese civile per noi ed i nostri cari. Per favore!

Monserrato 5 novembre 2012

Salvatore Usala

Via Nerva 20

09042 Monserrato

tel. 070562600 cell. 3275799890

E-mail usala@tiscali.it

Malato SLA

Membro Commissione Regionale SLA

Segretario Comitato 16 Novembre Onlus

© RIPRODUZIONE RISERVATA

0 Risposte a ““Cosa c’è di prioritario rispetto alla vita?”Documento: lettera di Salvatore Usala”


I commenti sono chiusi.