> 2012 dicembre | ilMinuto

Archivio di dicembre 2012

Documento: L’Università di Sassari sostiene la lingua sarda

(IlMinuto) – Cagliari, 27 dicembre – Il Senato accademico dell’Università di Sassari condivide la preoccupazione espressa dall’associazione studentesca Su Majolu in merito alla tutela delle lingue minoritarie. E’ in discussione in Parlamento il disegno di legge 5118/2012 relativo alla ratifica della Carta Europea delle lingue regionali o Minoritarie, redatta a Strasburgo nel 1992.

L’associazione Su Majolu in una nota trasmessa al Parlamento italiano e al Consiglio d’Europa manifesta forte disappunto a proposito del testo di legge in questione, in quanto le misure di tutela nello strumento di ratifica sono altamente discriminatorie nei confronti della lingua sarda e sono inoltre contrarie a quanto afferma la Carta Europea delle lingue regionali o Minoritarie. L’associazione ritiene palese che nella scelta dei paragrafi relativi alla tutela della lingua sarda fra le disposizioni della parte III della Carta, sia stata operata una distinzione ingiustificata a scapito della lingua sarda, e una preferenza ingiustificata a vantaggio delle lingue già protette da trattati internazionali e da statuti di autonomia più avanzati rispetto a quello sardo, le quali si vedono riconosciuti sostanzialmente gli stessi livelli di tutela di cui godono oggi. Continua a leggere ‘Documento: L’Università di Sassari sostiene la lingua sarda’

A Rennes le lettere di Natale parlano bretone

(IlMinuto) – Cagliari, 20 dicembre – Dalla Bretagna un’iniziativa culturale attesta l’impegno per la lingua bretone. Ieri 19 dicembre infatti, a Rennes, nella Piazza del Parlamento della Bretagna, Babbo Natale parlava la lingua nazionale leggendo le lettere scritte dai bimbini sia in bretone che in francese.

A Rennes, le Père Noël parle breton

Le collectif Ai’ta! Roazhon fait venir le père-noël à Rennes spécialement pour les petits citadins bretonnants!

Le père-noël parle breton et il vous donne rendez-vous mercredi 19 décembre 2012 à 18 heure place du Parlement de Bretagne sur le marché de Noël! Continua a leggere ‘A Rennes le lettere di Natale parlano bretone’

Documento: Lettera de Su Majolu al Parlamento italiano e al Consiglio d’Europa

Ai deputati e senatori del Parlamento Italiano eletti in Sardegna

Al Parlamento Italiano

Al Parlamento Europeo

Al Consiglio d’Europa

Su Majolu è un’associazione studentesca sarda che porta avanti da alcuni anni una battaglia per il riconoscimento della parità fra la lingua sarda e quella italiana in tutta la vita pubblica della Sardegna e in particolare all’interno dell’Università di Sassari.

Intendiamo esprimere la nostra più viva preoccupazione e il nostro disappunto per quanto concerne il testo del disegno di legge 5118/2012 in discussione al parlamento italiano , relativo alla ratifica della Carta Europea delle Lingue Regionali o Minoritarie, scritta a Strasburgo nel 1992, firmata dallo stato italiano nel 2000 ma non ancora ratificata.

Riteniamo che le misure di tutela scelte per la lingua sarda nello strumento di ratifica siano altamente discriminatorie nei confronti della lingua sarda e che inoltre siano contrarie a quanto afferma la Carta stessa.

In particolare, riteniamo che violino quanto stabilito dall’art. 7 paragrafo 2, il quale impegna gli stati firmatari della Carta, (nel nostro caso lo stato italiano) a eliminare qualsiasi distin­zione, esclusione, restrizione o preferenza ingiustificate per quanto concerne l’uso di una lingua regionale o minoritaria. Continua a leggere ‘Documento: Lettera de Su Majolu al Parlamento italiano e al Consiglio d’Europa’

“D’Amore e di Dolore”. Paola Rizzu si racconta

(IlMinuto) – Cagliari, 11 dicembre – Chi ha avuto l’occasione di incontrarla e vedere i suoi lavori conosce bene l’impegno sociale delle sue opere. E’ Paola Rizzu, fotografa sassarese, sempre in prima linea nel documentare, macchina fotografica a tracolla, la situazione della Sardegna. Denunce e grida di dolore in difesa di una terra violata, gli scatti della fotografa sarda saranno esposti a Nuoro a partire dal 13 dicembre nei locali del Cafè America, divenuto dal 29 novembre scorso un Cafè Letterario, grazie a “Itirinerante Rassegna di Arte e Cultura verso i luoghi”, una serie di eventi culturali legati al teatro, alle arti figurative e alla letteratura. Titolo dell’esposizione dell’artista di Sassari “D’amore e di Dolore”, “sintesi – sottolinea Paola Rizzu – di anni di osservazione e documentazione dei vari movimenti indipendentisti e delle diverse lotte degli stessi, del movimento dei pastori sardi, degli antiradar men, delle occupazioni spontanee e della creazione di centri sociali”. A due giorni dall’inaugurazione della mostra nuorese, che verrà presentata alle 20.30 dal giornalista Antonio Sanna e sarà visitabile fino al 7 gennaio prossimo, la redazione de IlMinuto ha incontrato la fotografa sassarese per un’intervista. Continua a leggere ‘“D’Amore e di Dolore”. Paola Rizzu si racconta’

A Manca in campo con Su Majolu “per la lingua sarda come lingua ufficiale”

(IlMinuto) – Cagliari, 11 dicembre – Il germe della discriminazione etnica come pratica che priva le persone dei loro diritti trattandole in modo ingiusto, intollerante, che le umilia, le offende sulla base di caratteristiche somatiche e/o culturali e/o sulla base dell’origine etnica e/o dell’appartenenza religiosa. Di costante discriminazione etnica subita dal popolo sardo attraverso la ripetuta e quotidiana cancellazione della lingua e della memoria storica parla una denuncia divulgata dalla sinistra indipendentista sarda. A Manca pro s’Indipendetzia si schiera contro il processo di estirpazione del sardo e appoggia la battaglia dell’associazione studentesca Su Majolu contro il centralismo del Governo Monti, che sta approvando una legge per ratificare la Carta europea delle lingue regionali e di minoranza. “Costretto a riconoscere il sardo come lingua, il Parlamento italiano – spiega a Manca in un comunicato stampa – sta puntando a sceglierle il livello più basso, in modo da non rendere nei fatti il sardo una lingua coufficiale all’italiano”. Morale della favola: “sebbene il sardo sia la seconda lingua più parlata all’interno dello stato italiano” le altre nazioni senza stato potranno usufruire di maggiore tutela. Contro questo processo di sradicamento in favore di un’italianizzazione forzata, che vede e tratta la cultura della Sardegna come cultura subalterna, l’organizzazione indipendentista scenderà in piazza il 13 dicembre alle 10.00 insieme all’associazione Su Majolu, e appoggerà la battaglia che gli universitari sassaresi hanno promosso contro lo sgambetto che la politica italiana si prepara a fare alla lingua del popolo sardo. L’intento – afferma a Manca pro s’Indipendentzia – è di “creare un fronte unito per la lingua sarda come lingua ufficiale” per chiedere “che venga garantito l’insegnamento del sardo in tutte le scuole e le università sarde, che venga garantito il diritto di fare domanda e ricevere una risposta in sardo dai servizi pubblici, di avere una televisione, una radio e un giornale quotidiano totalmente in lingua sarda e l’istituzione di un corso di laurea di formazione dei maestri e dei professori”. Continua a leggere ‘A Manca in campo con Su Majolu “per la lingua sarda come lingua ufficiale”’