> 21 « febbraio « 2013 « ilMinuto – notizie Mediterranee – edizione Sardegna

Archivio del giorno 21/02/2013

Anticipazione dei test universitari. CSAG: “scuola e università un peso per le casse dello stato”

(IlMinuto) – Cagliari, 21 febbraio – L’Università trema. Sono infatti allarmanti i dati diffusi nelle scorse settimane dal Consiglio Universitario Nazionale. In meno di un decennio le immatricolazioni sono scese del 17% con 58mila iscritti in meno, passando da 338.482 del 2003-04 a 280.144 del 2011-12. Davanti a questi numeri non si può certo stare sereni, soprattutto perché l’abbandono della scelta universitaria riguarda principalmente i meno abbienti che, dati alla mano, frequentano per lo più gli istitui tecnici-professionali. Tra le cause individuate dallo studio del CUN vi è la “la contrazione delle risorse per il diritto allo studio”. Un esempio valga per tutti: basti pensare che nel 2009 i fondi per le borse di studio coprivano l’84% degli aventi diritto, mentre oggi coprono meno del 75%. Una percentuale che non rimarrà statica, ma che sarà destinata a ulteriori crolli, visti i pesanti tagli alle risorse voluti dal governo Monti. In questa valle di lacrime come si muove il Ministro Profumo? A questa catastrofica situazione il Ministro dell’Istruzione risponde anticipando i test per le facoltà a numero chiuso al 23 e 24 Luglio, esattamente una settimana dopo in cui la maggior parte degli studenti terminerà le prove orali dell’esame di stato per ottenere la maturità. A pensar male si fa peccato, ma questa scelta non sarà certo aliena dall’avere tristi conclusioni. Tra queste, – ci spiegano gli studenti del Collettivo Studentesco Antonio Gramsci di Oristano – vi è il fatto che saranno in molti gli studenti che non potranno partecipare ai test o che “comunque non avranno il tempo per prepararsi adeguatamente; tra quelli che non passeranno se proverranno da famiglie benestanti potranno ripiegare nelle università private ovvero le università dei nostri tecnocrati, mentre i figli delle classi sociali meno abbienti dovranno fare scelte forzate o farsene una ragione e andare ad allargare le maglie dei giovani precari e dei disoccupati”. Continua a leggere ‘Anticipazione dei test universitari. CSAG: “scuola e università un peso per le casse dello stato”’

“Chiudono gli Opg o riaprono i manicomi in Sardegna?” Il no secco del Comitato sardo “Stop Opg”

(IlMinuto) – Cagliari, 21 febbraio – “Non i riaprite manicomi in Sardegna”. E’ l’appello lanciato dal Comitato sardo “Stop Opg” al Presidente della Regione Ugo Cappellacci e all’Assessore alla Sanità Simona De Francisci. Davanti a un tavolo di confronto promesso da più di tre mesi e mai aperto, il comitato sardo Stop Opg prende atto che l’impegno che l’Assessore De Francisci prese, rendendosi disponibile a un dialogo con il Comitato, ad oggi è rimasto lettera morta. Il tavolo di confronto avrebbe dovuto avere come tema di lavoro le linee guida della salute mentale definite dalla Regione, l’assegnazione dei finanziamenti per il superamento degli Opg e la presa in carico delle cittadine e dei cittadini sardi internati. Mentre tutto tace – commenta il Comitato – “le vite di tante cittadine e cittadini sardi sono interrotte, sospese e abbandonate nei luoghi di tortura ed ora queste stesse persone rischiano di finire rinchiuse in piccoli manicomi regionali”. Per dar voce a coloro che nessuno sente e difendere i diritti umani e civili di queste persone “Stop Opg” continua a chiedere senza sosta un incontro per conoscere gli indirizzi della Regione Sardegna e dei Dipartimenti di Salute Mentale sull’applicazione della Legge 9/2012. “Vogliamo portare un contributo alla questione del superamento degli Opg – precisa il portavoce del Comitato Roberto Loddo – come previsto dal Decreto Ministeriale del 1 ottobre 2012 e dalle due Intese, sancite in Conferenza Unificata il 6.12.2012, sul riparto dei finanziamenti destinati agli Opg”. Stando a quanto spiega Loddo, le risorse aggiuntive per il superamento degli Ospedali Psichiatrici Giudiziari ci sono e ogni regione deve presentare un piano per il loro utilizzo entro il 7 aprile 2013. Stop Opg ribadisce fermamente il suo no alla costruzione di un manicomio regionale e sollecita per l’ennesima volta la Regione ad organizzare un’assistenza alternativa all’internamento attraverso i Dipartimenti di Salute Mentale, senza che venga dunque riprodotta la logica manicomiale di “nuovi contenitori” in cui eseguire misure di sicurezza. Continua a leggere ‘“Chiudono gli Opg o riaprono i manicomi in Sardegna?” Il no secco del Comitato sardo “Stop Opg”’

Non toglietegli la dignità. Caligaris “Grave ritardo ristrutturazione CDT Buoncammino”

(IlMinuto) – Cagliari, 21 febbraio – E’ drammatica la situazione che devono sopportare i carcerati con problemi di salute reclusi nel carcere di Buoncammino. Infatti i “cittadini privati della libertà ricoverati nel Centro Diagnostico Terapeutico di Buoncammino dovranno ancora sopportare per un po’ i calcinacci che cadono sulle brande e sui letti a castello, i piatti delle docce intasati, i tubi arrugginiti da cui non sempre sgorga l’acqua calda, nonché l’impianto elettrico che fa le bizze”. A denunciare la pesante situazione è la presidente dell’associazione Socialismo Diritti Riforme Maria Grazia Caligaris, che in una nota stampa chiarisce anche che il CDT è ancora in attesa del sopralluogo dei tecnici dell’Asl n.8, che già dal mese scorso avrebbero dovuto definire tempi e modalità dell’intervento di ristrutturazione nel Centro Clinico della Casa Circondariale cagliaritana. “L’intervento di manutenzione si era reso necessario – sottolinea Caligaris – in seguito alla vetustà degli impianti. Continua a leggere ‘Non toglietegli la dignità. Caligaris “Grave ritardo ristrutturazione CDT Buoncammino”’

“Faida genera faida” di e con Giorgia Spano venerdì a Dolianova

(IlMinuto) – Cagliari, 21 febbraio – Mieleamaro circolo dei lettori, con il sostegno dell’assessorato alla Cultura di Dolianova, del Sistema Bibliotecario Joyce Lussu e della Regione Autonoma della Sardegna, presenterà venerdì 22 febbraio alle 18.00, nella Biblioteca Comunale di piazza Brigata Sassari a Dolianova, “Faida”, il romanzo edito da Aipsa edizioni, figlio della scrittice di San Gavino Monreale Giorgia Spano, già madre di un altra storia, uscita per l’editore Kimerik e intitolata “Accadde per caso o per destino”. Continua a leggere ‘“Faida genera faida” di e con Giorgia Spano venerdì a Dolianova’

Arriva a Cagliari “Open Data Day”

(IlMinuto) – Cagliari, 21 febbraio – In contemporanea mondiale con l’International Open Data Day, in programma in più di 30 Paesi con oltre 80 eventi, sabato 23 febbraio i locali cagliaritani del Mem, Mediateca del Mediterraneo e il Diee, Dipartimento di Ingegneria Elettrica ed Elettronica dell’Università di Cagliari, ospiteranno, rispettivamente dalle dalle 9.30 alle 13.15 e dalle 15.00 alle 18.30, la prima edizione del Cagliari Open Data Day. L’evento si aprirà con i migliori auspici. Vi saranno alcune dirette dal Ciad e dal Centro Nexa di Torino, gli interventi di esperti qualificati e – si legge in una nota stampa – “un hackathon (momento aperto a tutti durante il quale professionisti e curiosi giocheranno con i dati) a cui hanno già dato adesione alcuni specialisti di rilievo internazionale”. L’appuntamento cagliaritano, organizzato dalle associazioni Sardinia Open Data, Circolo dei Giuristi Telematici e Gulch (Gruppo Utenti Linux Cagliari) si svolge con l’intento di creare relazioni tra coloro che lavorano con i dati aperti, per superare gli aspetti più tecnici e formare una “open data community”. Continua a leggere ‘Arriva a Cagliari “Open Data Day”’