> Basta alla violenza e allo stupro. La Sardegna partecipa al One Billion Rising | ilMinuto

Basta alla violenza e allo stupro. La Sardegna partecipa al One Billion Rising

(IlMinuto) – Cagliari, 7 febbraio – One Billion Rising, il progetto internazionale che sta coinvolgendo le donne che in tutto il mondo dicono basta alla violenza e allo stupro, vede l’adesione anche delle donne sarde. L’evento previsto per il 14 febbraio è organizzato dall’associazione SOS Sardegna. Le donne dell’isola si ritroveranno ad Oristano, in piazza Eleonora per confrontarsi e soprattutto ballare. “Una donna su tre nel mondo è stata stuprata o picchiata nell’arco della propria vita. Un miliardo di donne abusate è un’atrocità. Un miliardo di donne che danzano è una rivoluzione”. Con queste parole Eve Ensler, l’autrice dei “Monologhi della vagina”, pubblicato nella collana narrativa con l’editore Il Saggiatore Tascabili, annuncia la scelta del linguaggio del ballo “come forma di protesta che va contro tutte le narrazioni consuete sulla violenza alle donne: la donna che danza rifiuta di parlare di violenza in termini autocommiserativi e richiama se stessa alla consapevolezza e alla reazione”. La protesta sarda, che si terrà nella sala consiliare del comune di Oristano, prenderà il via alle 17.00 e avrà come protagoniste l’autrice de “Il corpo delle donne” Lorella Zanardo e l’autrice di “Le ragazze di Benin City” Isoke Aikpitanyi durante un dibattito coordinato dalla scrittice Michela Murgia. Seguirà alle 19.00, sulla scalinata del comune, una narrazione pubblica animata dai figuranti e dai falconieri dei gruppi giudicali Assa Sardisca e Las Plassas e dalla voce dell’attore Gianluca Medas, che racconterà agli astanti la Carta de Logu come primo esempio di legislazione anti-violenza. Dalle 20.00 alle 21.30 la convivialità farà da padrona di casa a suon di malloreddus. La serata culminerà danzando: tutte le donne balleranno sulle note di Break the chain, inno internazionale del One Billion Rising. E ancora musica e danze tradizionali fino a “su ballu tundu” finale intorno alla statua di Eleonora, dove uomini e donne, in una grande festa, balleranno insieme. Si può aderire alla manifestazione entrando nella pagina facebook https://www.facebook.com/V.DAY.Sardinia.Nation e imparare i passi del ballo ufficiale disponibili in questo video: http://www.youtube.com/watch?v=mRU1xmBwUeA

F.P.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

0 Risposte a “Basta alla violenza e allo stupro. La Sardegna partecipa al One Billion Rising”


I commenti sono chiusi.