> Una petizione per dire no alla delibera n. 3/18 del 22 gennaio 2013 | ilMinuto

Una petizione per dire no alla delibera n. 3/18 del 22 gennaio 2013

(IlMinuto) – Cagliari, 12 febbraio – Il coordinamento degli organismi professionali dello spettacolo del Sulcis-Iglesiente, riuniti nel Consorzio Progetto Sulcis Cultura, chiede, attraverso una petizione telematica, che venga ritirata la delibera regionale n. 3/18 del 22 gennaio 2013. Una delibera definita dai promotori della raccolta firme “ingiusta, discriminante, parziale, iniqua, che ribalta completamente i principi della legge regionale a cui si riferisce”, ovvero la n.1/90 art. 56. Il Sulcis Iglesiente, già in ginocchio, grazie alla delibera dell 22 gennaio scorso, rischia di veder scomparire anche le piccole imprese che fanno spettacolo dal vivo. Sono sette le realtà attive culturalmente ed artisticamente nel territorio più povero dell’isola: Anton Stadler di Iglesias, Botti du Shcoggiu di Carloforte, Ente Concerti città di Iglesias, Progetto Evoluzione di Narcao, Punta Giara di Sant’Anna Arresi, Teatro del Sottosuolo di Carbonia, 3P Tour di Tratalias. Si tratta di realtà che portano in scena – si legge nel testo della petizione – “oltre 150 spettacoli [...] ogni anno di Jazz, Blues, Teatro, Teatro di Figura, Teatro di Narrazione, Musica da Camera, Musica Etnica, Nuovo Circo, Teatro Ragazzi, Intrattenimento”. E ancora i festival: “Ai confini tra Sardegna e Jazz”, “Narcao Blues”, “Teatri di Pietra – Le voci di Astarte”, “…dall’isola, dell’isola, di una penisola”. A chiudere la petizione una disperata richiesta d’aiuto: “Aiutateci a raggiungere e superare l’obiettivo di mille firme che recapiteremo all’assessore Sergio Milia affinché questa delibera venga cancellata”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

0 Risposte a “Una petizione per dire no alla delibera n. 3/18 del 22 gennaio 2013”


I commenti sono chiusi.