> 2013 marzo 04 | ilMinuto

Archivio del giorno 4/03/2013

Eolico monte Sirai. Anche gli indipendentisti di a Manca e Sardigna Libera difendono il Sulcis

(IlMinuto) – Cagliari, 4 marzo – Continua la difesa del Parco Archeologico di Monte Sirai, bene paesaggistico e archeologico di immenso valore preso di mira da una società che approda da oltre Tirreno, la Gaja S.r.l. di Vicenza. Il progetto proposto dal gruppo veneto non piace però ai cittadini, alle associazioni ambientaliste, alla Soprintendenza ai Beni Culturali e alla stessa amministrazione comunale di Carbonia. L’intero impianto eolico dovrebbe infatti invadere l’area a ridosso del parco archeologico di Monte Sirai, considerato a livello internazionale un bene identitario di inestimabile valore. L’impatto visivo creato dai 14 aerogeneratori, ognuno dei quali della potenza di 3.6 MW (50,4 MW di potenza complessiva) sarebbe devastante. Ma quale utilità avrebbe la realizzazione di un progetto del genere per la Sardegna, che come è noto produce più energia rispetto al suo fabbisogno? Secondo l’assessore indipendentista di SardignaLibera Claudia Zuncheddu la questione fa emergere “esigenze speculative”. Non è infatti la prima volta che in Sardegna si parla di eolico – precisa la Zuncheddu – “dalle 27 centrali eoliche attuali (453 MW di potenza), se fossero realizzate le altre 34 in attesa di autorizzazione, si giungerebbe a 61 parchi eolici con ben 1.265 MW di potenza”. Sono le forti criticità che vengono a galla dall’esame del progetto della Gaja S.r.l. ad aver portato l’assessore Zuncheddu a presentare un’interrogazione con richiesta di risposta scritta al Consiglio Regionale della Sardegna. Ad essere interrogato, ovviamente, è l’Assessorato alla Difesa dell’Ambiente dal quale si vuol sapere se dalle indagini archeologiche condotte non si ritenga di dover “predisporre ulteriori e approfondite indagini preventive per poter escludere la presenza di importanti siti di pregio”, se il “progetto sia stato previsto tenendo conto o meno del fabbisogno energetico sardo”, “Quali siano gli incentivi previsti per l’installazione di ogni singolo aerogeneratore e quali [...] le ricadute positive in termini economici e occupazionali per i sardi” . Continua a leggere ‘Eolico monte Sirai. Anche gli indipendentisti di a Manca e Sardigna Libera difendono il Sulcis’

Appuntamenti: “Storie di rifugiati” al Teatro Nanny Loi di Cagliari

(IlMinuto) – Cagliari – 4 marzo – Sarà il teatro Nanny Loi di via Trentino a Cagliari ad ospitare giovedì 7 marzo alle 18.00 l’evento “Storie di rifugiati”. L’iniziativa è organizzata dal gruppo Amnesty Cagliari 128 in collaborazione con l’associazione universitaria “Il paese delle Meraviglie” e il Co.Sa.S, Comitato Sardo di Solidarietà che da anni opera per facilitare l’integrazione dei cittadini extra-comunitari. “Durante l’incontro – si legge in una nota stampa – verranno discussi i temi dell’immigrazione”. Continua a leggere ‘Appuntamenti: “Storie di rifugiati” al Teatro Nanny Loi di Cagliari’

Traffico di rifiuti industriali: condanne in appello nel processo Portovesme srl

(IlMinuto) – Cagliari, 4 marzo – Un anno e dieci mesi di reclusione per Maria Vittoria Asara, la responsabile della gestione rifiuti dello stabilimento Portovesme srl. Due anni e due mesi di reclusione per Aldo Zucca, il responsabile del sistema Gestione ambientale della stessa società. Con queste sentenze di condanna pronunciate lo scorso primo marzo la Corte d’appello di Cagliari ha confermato in appello – anche se con una riduzione delle pene rispetto alla sentenza di primo grado del febbraio 2012 – le responsabilità dei due dirigenti della Portovesme srl nel traffico di rifiuti industriali. Sentenza accolta con favore dalle associazioni ecologiste Gruppo d’Intervento Giuridico e Amici della Terra, parti civili in questo processo . Continua a leggere ‘Traffico di rifiuti industriali: condanne in appello nel processo Portovesme srl’