> Vittoria contro la truffa delle prove Invalsi al “Primo Levi” de Pitz’e Serra | ilMinuto

Vittoria contro la truffa delle prove Invalsi al “Primo Levi” de Pitz’e Serra

(IlMinuto) – Casteddu, 17 de su mesi de cabudanni - De su nostu giassu internet nou nou, apu scarrigau totu s’ùrtimu nùmuru 51 de su giorronnali, su de Austu – Cabudanni. Apu gigantugopiau is primus cuàturus pàginis po mi dhas lìgiri e m’agiudai po fuedhai a su Cunlègiu, stravanadas.

De sa primu pàgini nd’apu fatu prus de coranta fotugòpias, in A4, e unas cantu dhas apu postas in aula Prof, a pustis unas àteras dexi dhas apu fatas girai in mei de is Cunlegas Ata. Cun cudhas fotugopias chi mi funti abarradas dhas apu donadas a is Cunlegas in s’interis de su Cunlègiu.

Seus partius cun àturus professoris a fàiri is interventus e custa borta eus spricau beni beni sa trassa de is provas Insulsi, ita funti e aundi lompint. Narendi ca in is natzionis aundi dhas anti gia fatas, e giai lassadas, srebiant a serrai, antzis de dhas agiudai, is scolas popularis, aundi s’instrutzioni e is letzionis parint prus che una Sartìllia totu avolotada.

Ma custa borta seus arrennèscius a furriai s’arrisurtau, malu, de s’annu passau, sceti 8 votus contras s’Insulsi.

Po ndi sciri de prus e mellus, cracai innoi.

Vittoria contro la truffa delle prove Invalsi al “Primo Levi” de Pitz’e Serra

Il Collegio dei Docenti dell’Istituto d’Istruzione Superiore Statale “Primo Levi” di Quartu S. Elena, oggi 13/09/2013, con 120 voti su 130 ha bocciato l’inserimento delle prove Invalsi nel Piano annuale delle attività.

Nonostante il reiterato tentativo di far approvare le prove Invalsi come attività obbligatoria all’interno delle attività dell’Istituto e sancire in tal modo la collaborazione del Corpo docente, il Collegio, che già due anni fa condusse una battaglia vincente, approvando a larghissima maggioranza un documento di rifiuto motivato delle prove Invalsi, ha respinto quasi unanimemente questo attacco alla sua sovranità.

Infatti, due anni fa il Collegio docenti fu chiamato a riunirsi tre volte in dieci giorni per costringerci a votare le prove quiz dell’Invalsi. Il tentativo della Ds fu battuto dal voto del Collegio che in tutte tre le occasioni deliberò con una larga maggioranza contraria a tali quiz. La delibera del Collegio docenti fu aggirata, però, con la somministrazione semi clandestina solo alle classi campione, tre su dieci seconde, e in dispregio alla volontà espressa con la delibera del Collegio docenti.

L’anno scorso, invece, il Collegio si espresse quasi con una votazione a risultato rovesciato rispetto ad oggi. Fra i motivi di tale esito negativo ci fu, anche, che allora non riuscimmo a spiegare bene l’operazione quizzetara dell’Invalsi.

Si è fatta sentire, nel prendere tale decisione di oggi, anche la forte opposizione che si è avuta da parte degli Studenti dell’Istituto, i quali hanno protestato con scioperi di massa o con la consegna in bianco dei quiz, sia nelle classi campione e sia nelle altre seconde obbligate a subire le prove. Anche l’ulteriore burocratizzazione del nostro lavoro e la perdita di tempo prezioso di ore di lezione ha influito nel deciso rifiuto di oggi delle prove Invalsi.

francudefabiisdocentidesustènniuprimulevipitz’eserracuartu

© RIPRODUZIONE RISERVATA

0 Risposte a “Vittoria contro la truffa delle prove Invalsi al “Primo Levi” de Pitz’e Serra”


I commenti sono chiusi.