> Documenti sulla vita sarda nell’opera “Ottana nelle fotografie e nei documenti raccolti da Andreas Fridolin Weis Bentzon” | ilMinuto

Documenti sulla vita sarda nell’opera “Ottana nelle fotografie e nei documenti raccolti da Andreas Fridolin Weis Bentzon”

(IlMinuto) – Cagliari, 28 febbraio – Verrà presentata domenica 2 marzo alle 9.30, nel Centro Polivalente via Emilio Lussu a Ottana, l’opera “Ottana nelle fotografie e nei documenti raccolti da Andreas Fridolin Weis Bentzon”. La presentazione della pubblicazione, organizzata dall’associazione culturale Iscandula in collaborazione con l’amministrazione comunale di Ottana, l’associazione Sa Ilonzana e la Regione Autonoma della Sardegna ha lo scopo di presentare al grande pubblico il materiale raccolto dall’antropologo danese durante i suoi viaggi in Sardegna. Parliamo di circa 30 scatti fotografici in bianco e nero del Carnevale del 1958, immagini a colori delle maschere raccolte e conservate nel Museo Nazionale di Danimarca o a casa di familiari e amici, e delle registrazioni sonore dei canti delle ragazze del 1962. “Deve ricordarsi che queste cose devono rimanere eternamente come documenti sulla vita sarda e quello che oggi è comune può meravigliare altre generazioni”. Sono queste le parole che l’antropologo danese Andreas Bentzon scrisse in una lettera del 1958 al Maestro di launeddas Dionigi Burranca a proposito di cultura sarda. E’ infatti sulla scia di questa intuizione che nasce la nuova pubblicazione di Iscandula basata sui documenti raccolti da Bentzon nella comunità di Ottana a cavallo tra gli anni ’50 e ’60. Un programma ricco, quello previsto per domenica 2 marzo, che dopo il saluto ai partecipanti da parte del sindaco Gian Paolo Marras, aprirà lo spazio a una serie di relazioni: da quella di Christian Ejlers, compagno di viaggio dell’antropologo, a quella del fotoreporter Uliano Lucas, dall’etnomusicologo Salvatorangelo Pisanu a Simone Ligas ricercatore del Dipartimento di Storia, Scienze dell’uomo e della Formazione dell’Università di Sassari, da Dante Olianas, editore e presidente dell’associazione Iscandula all’archeologo Peppino Atzori. L’opera è preziosa per la comunità di Ottana. Saranno infatti 500 le copie di “Ottana nelle fotografie e nei documenti raccolti da Andreas Fridolin Weis Bentzon” che il comune riceverà donerà alle famiglie e agli emigrati.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

0 Risposte a “Documenti sulla vita sarda nell’opera “Ottana nelle fotografie e nei documenti raccolti da Andreas Fridolin Weis Bentzon””


I commenti sono chiusi.