> CSS Territoriale Sassari: Operazione Banco di Sardegna ennesimo atto di colonialismo finanziario ed economico | ilMinuto

CSS Territoriale Sassari: Operazione Banco di Sardegna ennesimo atto di colonialismo finanziario ed economico

(IlMinuto) – Cagliari, 21 marzo – Ci si avvia al totale assorbimento del Banco di  Sardegna nella BPER. Dal progetto di fusione per incorporazione di ABF Leasing SpA in Sardaleasing SpA si realizzerà l’operazione prevista nel Piano Industriale del Gruppo BPER 2012-2014. Per l’economia della Sardegna e le Imprese la forma di finanziamento intelligente è il leasing. Con questi mezzi si concretizza l’ultimo passaggio di saccheggio finanziario del patrimonio costruito dal Banco di Sardegna come Istituto di diritto Pubblico sino al decennio scorso. E’ così che la maggioranza quasi assoluta del gruppo sardo, dopo il fallimento della Banca Popolare di Sassari e l’acquisizione del suo patrimonio nella Banca di Sassari SpA di proprietà del Banco, ha visto il Banco di Sardegna diventare, tramite la sua Fondazione, patrimonio acquisito senza contropartita da parte della BPER. “Le concentrazioni delle banche in Europa ed il supermercato delle acquisizioni che hanno facilitato la semplificazione quantitativa non hanno di certo favorito il risultato qualitativo della finanza nella Unione Europea che, dalla crisi esplosa sin dal 2008 ha sostenuto finanziariamente quasi tutti i gruppi finanziari e bancari colpiti dal collasso e sostenuti con risorse estorte ai cittadini europei nel modo più subdolo e perfido mai avvenuto nella storia della economia e finanza del mondo”. E’ quanto spiega la Confederazione Sindacale Sarda parlando dell’operazione che infligge un ulteriore colpo all’autonomia del Banco di Sardegna: “Centinaia di miliardi di euro – precisa il sindacato – sono stati dirottati e messi a disposizione delle banche tramite le operazioni della BCE che la Commissione Europea ha costantemente sostenuto ed elogiato”. E’ per questo che alla Confederazione Sindacale Sarda una semplice operazione di fusione per incorporazione di due società di leasing, con cessione poi alla BPER soc. coop. delle azioni Sardaleasing SpA possedute dal Banco di Sardegna, appare “come l’ultimo atto di cessione del gioiello di famiglia della imprenditoria e della politica della Sardegna”. Infatti, “consentire alla Capogruppo BPER – afferma ancora il sindacato – la detenzione del 51% della entità derivante dalla fusione, è perlomeno un atto servile, senza coinvolgimento politico di garanzia, e soprattutto scorretto da un punto di vista sindacale perché premia strumentalmente i lavoratori ma spoglia l’economia della Sardegna di un suo tradizionale strumento di credito”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

0 Risposte a “CSS Territoriale Sassari: Operazione Banco di Sardegna ennesimo atto di colonialismo finanziario ed economico”


I commenti sono chiusi.