> Disabili: Sdr, discriminanti requisiti servizio inserimento mirato Provincia Cagliari | ilMinuto

Disabili: Sdr, discriminanti requisiti servizio inserimento mirato Provincia Cagliari

(IlMinuto) – Cagliari, 29 maggio – “La Provincia di Cagliari non può interpretare in modo restrittivo le norme a tutela dei soggetti con disabilità e in particolare le disposizioni per individuare i candidati da avviare a selezione per attività lavorative in amministrazioni ed enti pubblici. Così si moltiplica il disagio di persone già provate da evidenti difficoltà generando un intollerabile danno”. E’ quanto afferma in una nota stampa Maria Grazia Caligaris, presidente dell’associazione “Socialismo Diritti Riforme”, in riferimento all’avviso pubblico per operatore giudiziario con scadenza 16 maggio 2014. Dopo diverse segnalazioni ricevute dall’associazione di cui è alla guida, la Caligaris sottolinea che tra i requisiti richiesti “viene indicato al momento di pubblicazione del bando il possesso da parte del candidato, pena esclusione, della diagnosi funzionale corredata della relazione conclusiva rilasciata dalla Commissione Medica di Verifica che, peraltro, spesso richiede tempi lunghi. Tale clausola non risulta indicata nei bandi di selezione pubblica promossi dagli altri centri servizi per il lavoro della nostra regione”. La questione diventa molto più grave se consideriamo che gli altri Uffici delle amministrazioni provinciali non escludono a priori dalle selezioni i candidati disabili, in virtù del fatto che il possesso di tale documento non costituisce requisito di partecipazione al bando, ma risulta fondamentale solo quando il candidato sta per essere avviato al lavoro. “Ad essere messa in discussione quindi – evidenzia la presidente di Sdr – non è la validità e la fondatezza della certificazione in questione, disposta dal legislatore proprio a tutela del disabile, ma l’eccessiva rigidità nel definire le procedure concorsuali trasformando una norma emanata per favorire l’inserimento lavorativo del disabile in un capestro. [...] Appare sconcertante – conclude la presidente di Sdr – che in precedenti selezioni mirate siano state escluse persone con attestati provvisori rilasciati dalla Commissione Medica della ASL 8 in cui viene precisato che ‘gli esiti dell’accertamento hanno efficacia immediata per il godimento dei benefici’”.

Fotografia di Daniele Bertoli. Fonte di Flickr

© RIPRODUZIONE RISERVATA

0 Risposte a “Disabili: Sdr, discriminanti requisiti servizio inserimento mirato Provincia Cagliari”


I commenti sono chiusi.