> ilMinuto – notizie Mediterranee – edizione Sardegna

Archivio dell'argomento ''

Pagina 2 di 2

Inchiesta Galsi: ancora 100 milioni per un tubo d’acciaio a rischio di morte. Quarta puntata

(IlMinuto) – Cagliari, 5 novembre – Il Galsi rischia di “morire prima di essere nato”. E’ quanto ha detto ieri il deputato del Pdl Mauro Pili inaugurando la marcia Pro Galsi, un cammino di tre giorni lungo il percorso di 272 chilometri del gasdotto: da Porto Botte ad Olbia. Secondo il parlamentare – e leader del movimento Unidos – gli attentatori alla vita dell’anaconda sarebbero i soliti portatori di “ritardi, negligenze e distinguo ideologici privi di qualsiasi fondamento, [che] rischiano di far morire quel progetto”. Un progetto che per vivere ha bisogno di molti soldi e che peserà ancora sulle casse della Regione Sardegna. Per realizzare il metanodotto è infatti necessario un aumento di capitale al consorzio Galsi. Il presidente della Regione, Ugo Cappellacci, e l’assessore regionale dell’Industria Alessandra Zedda ci dicono quanti soldi servono. “La Legge finanziaria che verrà presentata al Consiglio – si legge in un comunicato diffuso nei giorni scorsi – contiene le risorse (100 milioni di euro) per consentire alla Sfirs di sottoscrivere l’aumento di capitale necessario per realizzare il progetto”. Siamo sicuri che sia l’investimento più conveniente per la Sardegna del 2011? Continua a leggere ‘Inchiesta Galsi: ancora 100 milioni per un tubo d’acciaio a rischio di morte. Quarta puntata’

Inchiesta Galsi. 11 febbraio 2010: l’esplosione di Tarsia. Terza puntata

(IlMinuto) – Cagliari, 22 ottobre – L’anaconda d’acciaio continua settimana dopo settimana ad avvicinarsi alle coste sarde, ma sulla sua strada trova ostacoli sempre più numerosi e difficili da ingoiare. Oggi in Sardegna si svolgono infatti due manifestazioni contro il Galsi: il Gasdotto Algeria Sardegna Italia progettato per attraversare l’Isola per 272 chilometri da Sud a Nord. La prima, nelle Saline di Stato di Palmas Suergiu, è convocata dal Movimento Artigiani e Commercianti liberi con l’obiettivo – si legge in una nota – “di discutere degli espropri dei terreni per la realizzazione del metanodotto Galsi”. La seconda, che si svolge nella spiaggia Le Saline di Olbia, ha lo scopo di impedire la realizzazione della centrale di compressione a Venafiorita. Ed è proprio dalla Provincia di Olbia Tempio che viene il maggiore ostacolo di natura legale: l’ente non ha infatti alcuna intenzione di rilasciare l’autorizzazione integrata ambientale necessaria a realizzare la centrale di pompaggio ai piedi del castello di Pedres. Da sola, la valutazione di impatto ambientale positiva rilasciata a marzo 2011 dal Ministero dell’ambiente non basta. Ma i tempi previsti per l’inizio dei lavori di realizzazione del metanodotto si avvicinano e il Galsi è sempre più al centro delle cronache. Continua a leggere ‘Inchiesta Galsi. 11 febbraio 2010: l’esplosione di Tarsia. Terza puntata’

Inchiesta Galsi. Pili-Soru-Cappellacci: Viva il metanodotto! Seconda puntata

(IlMinuto) – Cagliari, 15 ottobre – L’anaconda d’acciaio continua a strisciare e si avvicina alle coste sarde. Nei giorni scorsi il sottosegretario allo Sviluppo economico, Stefano Saglia, rispondendo ad una interrogazione del parlamentare sardo Mauro Pili, ha infatti assicurato che si procederà subito alla “convocazione della conferenza di servizi finale per l’avvio del metanodotto, con disponibilità ad accogliere i rilievi fondati degli enti sul percorso del metanodotto, la determinazione a realizzare nel più breve tempo possibile un’opera strategica per la Sardegna e l’intero paese”. Per Mauro Pili il Galsi è infatti “un’opera decisiva per la Sardegna e per i sardi. Chi parla di servitù non sa di cosa parla e così facendo avalla gli interessi delle compagnie petrolifere a scapito della nostra regione”. Nessuna servitù? Eppure il Gasdotto Algeria Sardegna Italia attraverserà l’Isola per 272 chilometri, da Porto Botte ad Olbia, con fasce di asservimento di 40 metri. Saranno occupati circa 30 milioni di metri quadri di territorio dell’Isola passando attraverso zone costiere, siti archeologici, fiumi, campi agricoli e pascoli. Continua a leggere ‘Inchiesta Galsi. Pili-Soru-Cappellacci: Viva il metanodotto! Seconda puntata’

Inchiesta Galsi: l’anaconda d’acciaio entra in Consiglio regionale. Prima puntata

(IlMinuto) – Cagliari, 8 ottobre – Un tubo di 272 chilometri che attraverserà la Sardegna da Porto Botte ad Olbia per trasportare il metano dalla Algeria alla Toscana. Questo è il tratto sardo del Gasdotto Algeria Sardegna Italia, un progetto più noto come Galsi: una anaconda d’acciaio che occuperà 30 milioni di metri quadri di territorio dell’Isola passando attraverso zone costiere, siti archeologici, fiumi, campi agricoli, pascoli. Sono 40 i comuni coinvolti dal progetto e 4mila gli espropri imposti per la realizzazione dell’opera, senza nessun vantaggio visibile per le tasche dei sardi. Continua a leggere ‘Inchiesta Galsi: l’anaconda d’acciaio entra in Consiglio regionale. Prima puntata’

Biàgios

Social

Facebook     Twitter     Feed RSS  

In primo piano

 

luglio: 2019
L M M G V S D
« apr    
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031  
Formas
S'Urtima nova