> ilMinuto – notizie Mediterranee – edizione Sardegna

Archivio dell'argomento ''

Rivelazione di segreti militari, tre giovani accusati

Riferimento: Unione Sarda 5 marzo 2016

Comitato Sardo Gettiamo Bsi

Comunitcato stampa

Cagliari 6 marzo 2016

Rivelazione segreti militari, accusa ai tre giovani: anche Capitanerie ed Enav diffondono stessi “segreti”. Oscuriamo i loro siti?

Sollecitiamo Procura della Repubblica e forze dell’ordine a oscurare e a sequestrare i siti delle Capitanerie di porto, le NOTAM, Notice to airmen dell’Ente aviazione civile, gli “Avvisi ai naviganti”, per violazione di segreti militari, gli stessi che avrebbero diffuso i tre giovani indagati a Cagliari. Da oltre mezzo secolo, infatti, queste fonti pubblicano e per di più diffondono a mezzo stampa, radio e Tv il calendario delle esercitazioni militari. Continua a leggere ‘Rivelazione di segreti militari, tre giovani accusati’

Porto Torres: dopo i razzi, terzo inceneritore

(IlMinuto) – Cagliari, 14 gennaio – Per il D.Lgs nell’ambito dello Sblocca Italia relativo all’incenerimento dei rifiuti, secondo il Ministro all’Ambiente italiano Poletti era necessario fare presto. Era inizio settembre e la road-map incenerimento – potenziamento complessivo per 2,5 milioni di tonnellate all’anno – segnava 100 giorni di tempo. Nel nuovo anno, dunque, la pressione sul tema è alta, tanto più che tra le destinazioni ora figura anche Porto Torres. Per la Giunta Pigliaru la priorità è fare “chiarezza”. “Non incenerimento, si chiama termovalorizzazione”: passa in questo modo dalle parole dell’Assessora all’Ambiente, Donatella Spano, la mancata posizione circa il paventato terzo inceneritore per la Sardegna, uno dei 12 impianti che il governo Renzi intende costruire nell’ambito delle manovre per la crescita italiana che avevano già interessato l’Isola con l’innalzamento della soglia per i metalli pesanti nelle aree limitrofe ai poligoni militari. Per l’Assessora il discorso è sul tavolo, ma deve essere ripreso dopo l’estate con dichiarazioni tanto attendiste quanto superficiali. Dichiarazioni che sanno di pesante ipoteca sulla linea pro inceneritore che la Giunta seguirà lungo il 2016. Nel piano originario del governo Renzi non figurava nessun nuovo inceneritore oltre i due già presenti in Sardegna: Tossilo al centro Sardegna e Macchiareddu nel cagliaritano. Sul primo, inoltre, le polemiche erano divampate da tempo per il revamping delle linee di smaltimento obsolete e il potenziamento: 40 milioni di investimento e una capacità di incenerimento per oltre 60.000 tonnellate all’anno. Parliamo dello stesso Progetto Tossilo avallato dal Partito dei Sardi, che ha visto Paolo Maninchedda, Assessore ai Lavori Pubblici e presidente del Pds, fare un passo indietro rispetto al 2010 quando – in minoranza – era promotore di una moratoria sull’incenerimento rifiuti. Continua a leggere ‘Porto Torres: dopo i razzi, terzo inceneritore’

Porto Torres e i razzi VEGA

(IlMinuto) – Cagliari, 23 novembre – Se nei mesi scorsi in merito all’amministrazione comunale di Porto Torres si poteva parlare di polemiche e dibattito politico, con scontri spesso accesi tra il M5S e la stampa, oggi l’aria che si respira è decisamente più pesante. In una città colpita dal pesante inquinamento che dura ininterrotto da mezzo secolo, quello di Sean Christian Wheeler, sindaco del Movimento Cinque Stelle eletto con percentuali bulgare lo scorso giugno, è ufficialmente un caso in primo piano.

L’antefatto. Nella cittadina turritana, lo scorso settembre ha fatto molto discutere la notizia del progetto di investimento dell’AVIO, multinazionale italiana del settore aerospaziale, riguardo i 38 ettari della zona industriale di Porto Torres sui quali testare i motori dei razzi VEGA (Vettore Europeo di Generazione Avanzata). Come è noto, la stessa AVIO partecipa al progetto DASS, Distretto Aerospaziale della Sardegna, strettamente legato alla presunta riconversione del Poligono Interforze del Salto di Quirra.

I chiarimenti. A settembre il sindaco Wheeler aveva rassicurato la comunità e tutta la Sardegna circa le intenzioni dell’AVIO, aprendo al tempo stesso molti interrogativi. Il M5S confermava i propositi dell’azienda e i contatti avvenuti tra amministrazione e vertici AVIO, i quali – informava ulteriormente il sindaco – avevano già intrapreso un confronto con Syndial per la cessione dell’area nella nota zona industriale di Porto Torres, così tanto compromessa a livello ambientale e sanitario da essere considerata area SIN, Sito di Interesse Nazionale per le Bonifiche. Continua a leggere ‘Porto Torres e i razzi VEGA’

Operazione Trident. Gettiamo le basi: “Alla colonia Sardegna il peggio degli addestramenti di morte”

(IlMinuto) – Cagliari, 11 ottobre – “La ricca Europa ha scaricato nel suo sud gli addestramenti di morte che nessuno vuole nel suo territorio e l’Italia a sua volta li ha scaricati nel suo sud e soprattutto nell’isola colonia. Alla Sardegna, infatti, ha riservato il peggio del peggio, i bombardamenti terra, aria, mare a fuoco vivo con vero munizionamento di guerra”. Con queste parole il comitato Gettiamo le basi condanna Trident, la più imponente operazione Nato dal secondo dopoguerra. Fino al 6 novembre i poligoni della Sardegna (Quirra, Teulada, Decimo, Capo Frasca) saranno parte centrale di un’operazione che coinvolge la Spagna, il Portogallo, la Campania e la Sicilia. Continua a leggere ‘Operazione Trident. Gettiamo le basi: “Alla colonia Sardegna il peggio degli addestramenti di morte”’

Incendi nei poligoni militari. Il colonialismo non accetta “toppe”

(IlMinuto) – Cagliari, 13 ottobre – Il colonialismo non accetta di allentare la morsa nemmeno nella lunga estate sarda. Nonostante la serie di incendi che hanno coinvolto le aree destinate alle esercitazioni militari nell’Isola (l’ultimo episodio ha coinvolto il poligono di Capo Teulada all’inizio di ottobre), il Tar della Sardegna ha detto sì al ricorso del Ministero della Difesa contro l’applicazione, dalla metà di giugno alla metà di ottobre, delle norme antincendio all’interno dei poligoni militari (il 5 novembre la Camera di Consiglio del Tar si pronuncerà sulla richiesta cautelare di di sospensiva, che completa il ricorso). Continua a leggere ‘Incendi nei poligoni militari. Il colonialismo non accetta “toppe”’

Biàgios

Social

Facebook     Twitter     Feed RSS  

In primo piano

 

novembre: 2019
L M M G V S D
« apr    
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
252627282930  
Formas
S'Urtima nova