> ilMinuto - notizie Mediterranee - edizione Sardegna - Part 2

Numeri di Sardegna 2. In dieci anni quasi 7mila imprese in meno

(IlMinuto) – Cagliari, 13 marzo – Come è cambiata l’economia dell’Isola negli ultimi anni? Il rapporto Sardegna in cifre 2016 ci consente di avere alcune risposte parziali: è diminuito di diverse migliaia il numero delle imprese e il mondo produttivo sardo, considerato sino a qualche anno fa all’avanguardia nell’innovazione tecnologica, ha ridotto l’utilizzo di Internet come vetrina e canale di vendita e acquisto.

Il numero delle imprese diminuisce – Fra il 2006 e il 2015 l’ossatura economica dell’Isola si è fatta più debole, se non altro da un punto di vista numerico. Il numero delle imprese (fonte Infocamere) è infatti diminuito di quasi settemila unità: passando da 149.375 a 142.578. L’unica delle quattro province in controtendenza è quella di Sassari, con un balzo in avanti di circa 1.500 attività. Il numero delle imprese complessivo è calato bruscamente e, allo stesso tempo, è diminuito da 57mila euro a 50mila il costo medio del lavoro per impresa.

Mondo produttivo meno connesso – Preoccupanti gli indici relativi all’utilizzo di Internet da parte delle imprese. Fra il 2014 e il 2015 è calato infatti dal 50,9% al 49,8 il numero di imprese dotate di un proprio sito web o almeno di una pagina su Internet. In diminuizione anche il livello di connessione fra impresa e impresa e fra impresa e cliente. In particolare, è crollato dal 15,2 al 9,6 % il numero delle imprese che condividono per via elettronica con i propri fornitori o clienti almeno parte delle informazioni sulla gestione della catena distributiva. Nel periodo considerato ha registrato una flessione dal 43,5% al 36,4 anche il numero dei soggetti imprenditoriali che hanno fatto vendite o acquisti online nel corso dell’anno precedente.

Continua

N.D.

Numeri di Sardegna 1. Una popolazione che invecchia, un’Isola che accoglie

(IlMinuto) – Cagliari, 16 gennaio – Nel passaggio fra un anno e l’altro i numeri messi nero su bianco dal Rapporto Sardegna in cifre 2016, disponibile sul sito della Regione, possono fornire un utile punto di osservazione per capire come cambia l’Isola, al di là dei titoli delle cronache e delle emergenze quotidiane. Rispetto al termine dello scorso decennio, i sardi sono un po’ meno e, in media, sono più vecchi. Fra il 2008 e il primo gennaio 2016 la popolazione residente in Sardegna è diminuita di 7.749 persone. “I flussi migratori – si legge nel rapporto – non riescono più a compensare il calo demografico dovuto alla dinamica naturale: il saldo migratorio totale infatti ha assunto valori negativi già da due anni”. Le uniche province che fanno eccezione e crescono sono quelle di Cagliari (+3.610) e di Olbia Tempio (+9.022), grazie ai flussi migratori positivi in ingresso. Ma l’esame per classi di età risulta ancora più significativo. Dal 2008, l’anno nero della crisi economica mondiale, al 2016 la popolazione sarda è sensibilmente invecchiata. Continua a leggere ‘Numeri di Sardegna 1. Una popolazione che invecchia, un’Isola che accoglie’

Arrichetedhu ocannu fait 39 annus

(IlMinuto) – Casteddu, 15 gennàrgiu – In su 1978 in mesu a is àterus contus, ma scritu in lìngua sarda, bessiat Arrichetedhu. Custu contu de unas cantu pàginis est sa primu ancada, in is dis de oi, de torrai a scriri in sardu e chi at amostau sa bia a medas scridoris de importu mannu. Literaus chi ent bodhiu custu amostu e dh’iant fatu una pandela po su contai apitzus de s’identidadi cosa nosta.

Est a sciri, intzandus, ca Larentu Puscedhu in su 1982 pubrigat “S’arvore de sos tzinesos”;

Mialinu Pira pubrigat in su 1983 “Sos Sinnos”;

Antoni Cossu scririt in su 1978/82 “Mànnigos de Memòria”, ma pubrigau in su 1984;

Venutu Lobina scririt “Po cantu Bidhanoa” in su 1984, chi benit pubrigau in su 1987;

Màriu Pudhu in su 1986 pubrigat “Alivertu”;

Petru Canu scririt “Un lintzolu di tarra” fintzas custu bessit in su 1986.

In pagus annus funt bessius sighendi avatu de su contu de Arrichetedhu is mellus trabballus de sa literadura sarda. Labai innoi s’ancodedhu de Giùlliu Angioni. Continua a leggere ‘Arrichetedhu ocannu fait 39 annus’

Documento: Claudia Zuncheddu scrive a Giorgia Meloni

LETTERA APERTA ALL’ON.LE GIORGIA MELONI

SULLA SUA DICHIARAZIONE “VERGOGNA A CAGLIARI, PRIMA I MIGRANTI IN OSPEDALE”. PORTEREBBE LA SUA SPECULAZIONE XENOFOBA IN PARLAMENTO.

Rispetto al suo sdegno di fronte ad una circolare di ordinaria amministrazione di un ospedale cagliaritano, prevista in situazioni di emergenza e l’impegno del suo partito nel “chiedere in ogni sede istituzionale che si faccia chiarezza su questa ennesima vergogna….”, rispondo: che gaffe xenofoba onorevole!

“Bloccare i ricoveri programmati e dimettere i pazienti dimissibili”, sarebbe l’ordine di servizio della circolare della Direzione sanitaria dell’ospedale San Giovanni di Dio di Cagliari, che avrebbe “scioccato” l’on.le Giorgia Meloni di Fratelli d’Italia.

Un provvedimento normale in previsione di un nuovo sbarco di migranti a Cagliari, tra cui bambini e cadaveri di persone che non ce l’hanno fatta.

Di fronte a tanto orrore sì che mi sarei aspettata il suo shock. Ma quando l’abbruttimento della Politica inaridisce anche i sentimenti di pietà, si perde ogni speranza. Continua a leggere ‘Documento: Claudia Zuncheddu scrive a Giorgia Meloni’

Il Comitato Sa Luxi, la Sardegna e il registro tumori

(IlMinutoQuindici n2, dicembre 2016 ) – Il Registro Tumori costituisce una risorsa insostituibile per la ricerca ed è un servizio designato alla raccolta, all’archiviazione, all’analisi e all’interpretazione dei dati sui soggetti affetti da tumore. È di alcuni mesi or sono la notizia che anche la Sardegna si è dotata di un registro dei tumori. Abbiamo approfondito l’argomento con Rosanna Cadelano, Presidente del Comitato Sa Luxi, ovvero del comitato che in Sardegna si è battuto per ottenere un registro tumori.

La Sardegna e il Registro Tumori: quale storia?

La nostra isola detiene uno strano primato: da oltre 20 anni esiste un registro tumori nella provincia di Sassari e Olbia, e da 10 anni ne esiste uno a Nuoro e Lanusei,  entrambi sono certificati, ossia riconosciuti validi ai fini della ricerca epidemiologica dell’AIRTUM (Associazione Italiana Registro Tumori). Un altro dato non trascurabile e per cui si è costituito il Comitato Registro Tumori è proprio l’assenza di un registro Tumori a Cagliari, nell’Iglesiente e nella provincia di Oristano. Continua a leggere ‘Il Comitato Sa Luxi, la Sardegna e il registro tumori’