> Cultura « ilMinuto – notizie Mediterranee – edizione Sardegna

Archivio della categoria ''

Pagina 3 di 445

“Topologie postcoloniali: innovazione e modernizzazione in Sardegna”. Unu lìbburu de A. Mongili

(IlMinuto) – Casteddu, 1 de su mesi de ladàminis – Su 3 de Austu fia passendi in Pratza Zampillo in Biddacidru, po andai in libreria, candu apu biu una meca de cadiras, càscias altoparlantis e unu bangu cun líbburus. Apu domandau a genti chi fiat ingunis cali acontéssiu nci fiat e m’ant arraspustu: “sa presentada de líbburu Topologie Postcoloniali de Alessandro Mongili organizada de “Assemblea Permanente”, m’est partu interessanti e mi seu stentada a ascurtai. Beh! Morali de su contu in libreria non nci seu lómpia ma apu passau unu merí praxili e de profetu. Apu lígiu su líbburu e m’est bénnia s’idea de furriai in sardu calincuna pàgina.

Su líbburu de Alessandro Mongili partit de unus cantus casus de innovatzioni in unu logu cunsiderau“arretrau” che sa Sardigna e analizendiddus sighendi is Istúdius Postcolonialis, ponit in luxi cumenti non sémpiri s’innovatzioni apat prodúsiu inclusioni ma a bortas esclusioni. Custu fatu at contribbuiu a apoderai un’istadu de subbalternidadi. Segundu s’autori, non balit a ispiegai is processus sa cuntrapositzioni modernidadi/costumu e nimmancu una preténdia “identidadi sarda chi a bortas est idealizada e àteras est cunsiderada s’arraíxini de dónnia mali”. Po ispiegai custus processus Prof. Mongili ispostat s’atentzioni de su chi est cunsiderau su caràtiri/naturali de is sardus, segundu sa cultura dominanti, a su problema de su domíniu e de su podériu, meda bortas de genia coloniali. Continua a leggere ‘“Topologie postcoloniali: innovazione e modernizzazione in Sardegna”. Unu lìbburu de A. Mongili’

Santa Teresa di Gallura: XXII premio “Lungòni” per poesia in lingua gallurese e corsa

(IlMinuto) – Cagliari, 29 settembre – Lo storico premio di poesia gallurese e corsa “Lungòni” (toponimo originario di Santa Teresa di Gallura) giunge quest’anno alla XXII° edizione. Il bando, uscito nei giorni scorsi, prevede per il concorso un argomento libero e testi con lunghezza massima di 40 righe. Gli elaborati – rigorosamente inediti – verranno iscritti in una doppia sezione, gallurese e corsa, senza distinzione alcuna tra opere redatte in rima o meno. Oltretutto, sia per il Gallurese che per il Corso, verrà prevista una sottosezione alternativa a quella dedicata agli adulti che accoglierà i lavori di poeti giovani e giovanissimi (dagli 8 ai 18 anni).

La sezione adulti prevede un premio con riconoscimento in denaro per quattro opere, mentre la sezione dedicata ai giovani premierà con queste queste modalità unicamente il vincitore e riserverà al II° e III° classificato una premiazione con degli oggetti.

Inoltre, il concorso prevede ulteriori riconoscimenti di rilievo. Per la sezione gallurese ci sono in palio diverse targhe: “Lu Cumuni di Lungòni”, “Gianni Filigheddu”, “Andrea Quiliquini” e “Giulio Cossu”. Per la sezione corsa, la targa in premio è invece intitolata a “Jean Baptiste Stromboni”. Continua a leggere ‘Santa Teresa di Gallura: XXII premio “Lungòni” per poesia in lingua gallurese e corsa’

Tempio Pausania: al vial la II edizione del Props Festival

(IlMinuto) – Cagliari, 12 luglio – Dopo l’interessante esordio della scorsa estate, al via in Alta Gallura la II edizione del PROPS Festival. Promotore ed organizzatore principale, l’Associazione Culturale Bottega No-Made, giovane realtà nata dalla collaborazione tra i tempiesi Fulvio Accogli, Gianni Monteduro e Sara Puggioni che curano la direzione artistica dei numerosi eventi in programma.

Dal 13 al 17 luglio, Tempio Pausania e Bortigiadas (nel 2015 le tappe del Festival si sono avvicendate includendo anche Aggius, Calangianus e Luras) ospiteranno la seconda edizione del festival che al suo esordio ha visto la partecipazione – tra gli altri – di Marcello Fois, Michael Margotta e Gavino Murgia. Continua a leggere ‘Tempio Pausania: al vial la II edizione del Props Festival’

Oristano: Dromos Festival alla XVIII edizione con “Il segno di Eva”

(IlMinuto) – Cagliari, 10 luglio -Diciotto candeline per Dromos. Dal 1° al 15 agosto ritorna infatti nell’Oristanese il festival organizzato dall’omonima associazione culturale. Dromos Festival si riconferma così uno degli appuntamenti di primo piano della programmazione estiva in Sardegna. Il titolo – “Il segno di Eva” – suggerisce che l’edizione 2016 getterà uno sguardo sull’universo femminile e il suo contributo al mondo dell’arte e della creatività, in particolare a quello musicale, senza peraltro trascurare, come sempre, le arti visive e gli altri linguaggi. Continua a leggere ‘Oristano: Dromos Festival alla XVIII edizione con “Il segno di Eva”’

Braccia restituite all’agricoltura, ovvero la guerriglia dei pomodori

(IlMinuto) – Casteddu, 30 de su mesi de làmpadas – Su prof. Francu De Fabiis e sa prof.ssa Antonedha Piras s’ant ghiau a sa scrubeta de is nòminis de is spètzias chi eus postu in s’Ortu-Giardinu. Passillendi in sa memòria de is costumàntzias, cannoscèntzias e cumpetènzias de su cannotu, eus atobiau no sceti matas, ma fintzas mineralis, materialis èdilis, s’istòria de sa Sardìnnia, e is colunizadoris. Eus torrau a scubèrriri cannoscèntzias antigas, ollus sentzialis e nuscus, coxina e mestieris.

Unas cantu spètzias chi nci funt in su giardinu nostru

Nòminis in itallianu

Elicriso

Nòmini scientìfigu latinu

Helichrysum italicum; Helichrysum saxatile Moris

Nòminis in lìngua sarda

Uscratina (Nùgoro)

Bruschiadinu (Scalebranu)

Buredha (Gadhura)

Frore de Santa Maria (Logudoru)

Ziza de Maria (Ollollai)

Archimissa (Orune)

Simu (Aritzo) Continua a leggere ‘Braccia restituite all’agricoltura, ovvero la guerriglia dei pomodori’