> Istruzione « ilMinuto – notizie Mediterranee – edizione Sardegna

Archivio della categoria ''

Pagina 2 di 91

Disabilità: studenti sardi e siciliani discriminati dallo stato italiano

(IlMinuto) – Cagliari, 28 luglio – Per quale ragionevole motivo gli studenti sardi e siciliani con disabilità non potranno accedere alla ripartizione dei 70 milioni di euro che il Governo italiano ha destinato all’assistenza dei disabili nelle scuole per l’anno 2016? La risposta sarebbe da ricercarsi nei risultati dei lavori della Commissione Istruzione e della Conferenza Unificata Stato-Regioni che lo scorso 21 luglio ha escluso le due isole a statuto speciale dall’accesso alle risorse destinate ai servizi essenziali a favore dei cittadini.

La misura è stata pensata per far fronte alla fase di transizione e di riordino delle competenze seguita alla riforma Delrio (56/2014), che ha disciplinato la soppressione delle province. A queste spettava, infatti, la gestione dell’”assistenza per l’autonomia e la comunicazione per gli alunni con cecità e sordità nelle scuole di ogni ordine e grado e per gli altri alunni con disabilità nelle scuole superiori” (fonte: Fish Onlus – Federazione italiana per il superamento dell’handicap). I 70 milioni in questione sono stati stanziati dalla legge di stabilità 2016 e tuttavia il riparto della somma in oggetto è destinato solo alle regioni a statuto ordinario.

Insomma, chi pagherà cara l’esclusione degli studenti sardi e siciliani dalla ripartizione di questi fondi saranno le famiglie meno abbienti che dovranno sostenere i costi di una politica italiana che si dimostra per l’ennesima volta assolutamente discriminatoria.

L.P.

Scuola: in Sardegna assegnazioni illegittime su posti di sostegno agli alunni disabili

(IlMinuto) – Cagliari, 12 luglio – È datata 4 luglio 2016 la pubblicazione della prima fase (fase A) dei movimenti relativi alla mobilità dei docenti della scuola secondaria di secondo gradoDalla lettura dei dati emergono, in tutto il territorio italiano, irregolarità legate all’assegnazione dei posti degli insegnanti di sostegno per gli alunni diversamente abili.
Questo fenomeno è da inquadrarsi all’interno della legge 107, ormai nota come “Buona Scuola”, che in uno dei suoi articoli decreta la scomparsa dei cosiddetti docenti DOP (Dotazione Organica Provinciale, ovvero docenti da anni in esubero provinciale e quindi senza più cattedra).

Il superamento di questa categoria è stato possibile grazie alle decine di migliaia di posti creati dal piano straordinario di assunzioni della legge 107.

Nonostante ciò, gli uffici scolastici provinciali, compreso quello di Cagliari, hanno passato in ruolo su posti di sostegno docenti DOP sovrannumerari non in possesso del titolo necessario per legge per l’accesso alle cattedre di sostegno. Solo a Cagliari si suppone che i posti interassati siano una ventina. Continua a leggere ‘Scuola: in Sardegna assegnazioni illegittime su posti di sostegno agli alunni disabili’

Braccia restituite all’agricoltura, ovvero la guerriglia dei pomodori

(IlMinuto) – Casteddu, 30 de su mesi de làmpadas – Su prof. Francu De Fabiis e sa prof.ssa Antonedha Piras s’ant ghiau a sa scrubeta de is nòminis de is spètzias chi eus postu in s’Ortu-Giardinu. Passillendi in sa memòria de is costumàntzias, cannoscèntzias e cumpetènzias de su cannotu, eus atobiau no sceti matas, ma fintzas mineralis, materialis èdilis, s’istòria de sa Sardìnnia, e is colunizadoris. Eus torrau a scubèrriri cannoscèntzias antigas, ollus sentzialis e nuscus, coxina e mestieris.

Unas cantu spètzias chi nci funt in su giardinu nostru

Nòminis in itallianu

Elicriso

Nòmini scientìfigu latinu

Helichrysum italicum; Helichrysum saxatile Moris

Nòminis in lìngua sarda

Uscratina (Nùgoro)

Bruschiadinu (Scalebranu)

Buredha (Gadhura)

Frore de Santa Maria (Logudoru)

Ziza de Maria (Ollollai)

Archimissa (Orune)

Simu (Aritzo) Continua a leggere ‘Braccia restituite all’agricoltura, ovvero la guerriglia dei pomodori’

Pàginis de Istoria sarda in su lìbburu de scola in Cuartu

Sa crubeca de su libburu adotau in unus cantu cursus de su “Primu Levi” de Pitz’e Serra in Cuartu

Elianora de Arbarre, sa màgini de su mitu ma frassa, a pag. 154

Elianora de Arbaree, sa bera, in s’arcu triunfali de sa crèsia palatina de Santu Baìngiu Murriali

Casteddu, 4 de su mesi de làmpadas – Totu est cumentzau candu in s’Annu scolàstigu 2014/15, deu intzaras fuemu in sa III Ap de sa Scola nosta, emu bistu custu lìbburu de Istòria, antzis emu lìgiu aintru de custu lìbburu, de sa pàgini 152 a sa 155, su capìdulu “Sa Sardìnnia de is Giudicaus”, in sa setzioni de “Istòria locali”.

Ma fuedhendi de sa Cadalònnia e de su paba Bonifàtziu VIII -cudhu chi, mancai no fessit giai mortu, cun d-una trassa Danti si fait sciri chi dh’at a pònniri in in s’Inferru- e de Gìnua e de Pisa no seu fuedhendi, meda meda, de Istòria locali, ma de s’Istòria internatzionali de intzaras.

Seu abarrau spantau e prexau meda, apu lìgiu totu in d-unu sùspidu custas cuàturu paginedhas cun cuàturu màginis de sa Sardìnnia de intzaras: is cuàturu Logus cun sa carta de sa Lìngua sarda e de is dialetus cosa sua; su castedhu de sa Marmidha in su cùcuru de Is Pratzas e una màgini de una pintura de Elianora, ma no sa bera, Juyghissa de Arbaree, Contissa de Gocìani e Biscontissa de Basso, cumenti est scritu in sa Carta de Logu etotu.

Stravanau meda e de no pàrriri berus. Is Scientis de su “Primu Levi” de Pitz’e Serra de Cuartu, no depint abetai de andai a s’ Unibersidadi castedhàja, cumenti apu dèpiu fàiri deu etotu, po sciri calancuna cosa de s’Istòria de sa Sardìnnia.

Apu fuedhau cun su Prèsidi e is Professoris de is nois Classis III de su triènniu ecunòmigu, turìstigu e tennològigu de s’Institudu e in donniuna Classi eus tentu duas oras de Istòria Giuicali. Eus inghitzau de is primus novas apitzus de sa Sardìnnia e de su de IX sègulus fintzas a su XV de sègulus, in 1420, cun s’acabbu “De Jure” de su Logu Arbarikesu cun s’atòbiu de is “Cortes” cadelanas. Continua a leggere ‘Pàginis de Istoria sarda in su lìbburu de scola in Cuartu’

Sardo: Assòtziu Su Majolu obiettivo educazione bilingue obbligatoria

Con la determinazione del 17 novembre 2015, l’Assessorato della Pubblica Istruzione ha approvato la graduatoria dei progetti di didattica in sardo e nelle altre lingue storiche della Sardegna, che verranno svolti nell’anno scolastico 2015-2016 durante l’orario curricolare.

Delle 244 scuole che hanno presentato la domanda per ricevere il finanziamento regionale (contando anche le sedi distaccate di uno stesso istituto) 232 scuole riceveranno il contributo, mentre 12 progetti non verranno finanziati perché non hanno raggiunto il punteggio minimo secondo le regole del bando o perché mancanti di una parte della documentazione richiesta. Continua a leggere ‘Sardo: Assòtziu Su Majolu obiettivo educazione bilingue obbligatoria’