Documento: sintesi risultati incontro Rettore Melis-gruppo studenti in decadenza (8 novembre 2011)

9 Novembre 2011
In seguito all’intervento dell’On. Salis, che ha dato luogo all’interpellanza del giorno 28 Ottobre 2011 di cui vi abbiamo dato conto e il cui testo è a disposizione di tutti, oggi si è tenuto un incontro fra un gruppo di studenti in decadenza e il Rettore Melis. Abbiamo chiesto delucidazioni al Rettore in merito a diverse questioni, che da oltre un anno non riuscivamo a comprendere o che venivano interpretate nelle più disparate maniere. I punti nodali sono i seguenti:



1- La valutazione di “studente attivo” verrà effettuata NON il 31 Dicembre 2011, bensì direttamente il 30 Aprile 2012. Per studente attivo s’intende colui il quale abbia sostenuto e SUPERATO almeno un esame negli ultimi due Anni Accademici, oppure colui che ne sosterrà e SUPERERA’ almeno uno entro il 30 Aprile. Questo punto verrà ulteriormente chiarito e messo agli atti il giorno 14 Novembre in sede di Consiglio del Senato Accademico.







2- Sempre con riguardo alla categoria degli “Attivi”, la scadenza del 30 Aprile 2012 verrà prorogata di un ulteriore anno, andando a concludersi alla data del 30 Aprile 2013. Fermo restando che, se a quest’ultima data gli esami sono stati completati, lo studente usufruirà di ulteriori 6 mesi per la compilazione della tesi. Se invece avrà ancora pochi esami da sostenere usufruirà di un ulteriore anno per concludere il percorso, tesi compresa. La condizione resta pur sempre quella di mantenere lo status di “Studente Attivo”, che verrà valutata periodicamente. Per quanto riguarda la concessione delle varie proroghe, il rettore ha precisato che i tempi si andranno restringendo di volta in volta, in maniera tale che nessuno impieghi più tempo di quello necessario per completare gli studi.







3- Gli studenti attivi soggetti a decadenza negli anni successivi al 2012 godranno delle medesime proroghe annali e/o semestrali. L’attività verrà valutata sempre con rifermento agli ultimi due anni accademici.











4- Verranno tenuti nella debita considerazione i casi particolari presentati dall’On. Salis nell’Interpellanza di cui sopra, quali: disabilità (in tutte le sue varianti) e studenti lavoratori. Quest’ultimo punto verrà chiarito in sede di riunione del Senato Accademico.







5- Per quanto riguarda invece gli studenti inattivi (in quanto già fermi da più di due anni e che per le ragioni più disparate non riusciranno comunque a sostenere esami prima del 30 Aprile 2012), si procederà ad una distinzione: coloro ai quali mancheranno pochissimi esami più la tesi, usufruiranno comunque di un anno di proroga, gli altri dovranno invece valutare di effettuare il passaggio ai nuovi ordinamenti entro il 28 Febbraio. La definizione esatta del numero di esami mancanti per poter usufruire della proroga verrà decisa il 14 Novembre in sede di Consiglio.







Il rettore ha, in definitiva, chiarito che non è nelle sue intenzioni far decadere gli studenti che stanno dimostrando e/o dimostreranno di volersi laureare e ha tenuto a informarci di essere abbastanza soddisfatto dei dati relativi all’ultimo anno accademico, in quanto da essi si evince che la stragrande maggioranza dei decadenti al 2012 ha ripreso a sostenere esami in modo più assiduo rispetto al passato.







Ringraziamo l’Onorevole Salis per aver interceduto per noi, consentendo l’icontro di stamattina.



Ringraziamo Mariolina Melis, funzionario gruppo consiliare di idv in regione.







Katiuscia Ragatzu



Fabio Musu,



Tatiana Sedda,



Loredana Ventura



Fabrizio Pischedda



Sergio Lecca



© RIPRODUZIONE RISERVATA