Galsi: una petizione online per dire no al gasdotto “ennesima servitù”

11 Novembre 2011
Image
petizione1.jpg
(IlMinuto) – Cagliari, 11 novembre – “Proteggiamo la nostra Isola, dì anche tu No al gasdotto!”. Con queste parole il gruppo Facebook “Tutti i sardi uniti contro il gasdotto Galsi” invita a firmare una petizione online per dire no alla realizzazione del tubo d’acciaio. A poche ore dalla pubblicazione sono state raccolte già circa 150 firme. “Si stanno preparando a calare dall'alto l'ennesima servitù! Vogliono costruire – spiegano i promotori della petizione - un gasdotto per portare il metano dall'Algeria all'Europa passando nel nostro territorio e noi come al solito non avremo niente in cambio! La nostra amata Sardegna sarà squarciata in due dal gasdotto, un tubo lungo 272 km che attraverserà i nostri boschi, vigneti, zone archeologiche che dovrebbero essere protette, il nostro mare!”.
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Tags