“Non bruciamoci il futuro”: a Macomer 1200 firme contro l’inceneritore di Tossilo

6 Dicembre 2010
Image
no_inceneritore.jpeg
(IlMinuto) – Cagliari, 6 dicembre -  "Yes to reciclying. No to incineration". E' questa la parola d'ordine che ha consentito al Comitato "Non bruciamoci il futuro" di raccogliere già 1200 firme contro la realizzazione di un inceneritore a Tossilo. Gli ambientalisti di Macomer propongono una alternativa ecologica all'inceneritore e alla discarica. "La nostra proposta per la realizzazione di un Centro di riciclo integrale a Tossilo alternativo all’incenerimento - si legge in una nota - prevede che il Centro possa trattare il 100 per cento di tutti i rifiuti prodotti nel nostro ambito territoriale arrivando ad un’effettiva chiusura del ciclo dei rifiuti e alla realizzazione di consistenti risorse economiche". "Gli inceneritori - chiarisce il Comitato - non eliminano affatto i rifiuti, ma si limitano a ridurli in volume. Tali impianti non sono alternativi alle discariche in quanto ogni inceneritore necessita a sua volta di una discarica di servizio".
La soluzione proposta dal Comitato, il Centro di riciclo integrale, è stata già realizzata con successo a Vedelago.
Il comitato si riunisce ogni ultimo sabato del mese a Macomer nei locali di largo Ciusa 22.
© RIPRODUZIONE RISERVATA